Accedi
Commenti 5

"Consigliamo di non impugnare il decreto di abbandono"

L'Ufficio presidenziale invita a non ricorrere contro la decisione del pg John Noseda sul caso dei rimborsi dei consiglieri di Stato

Il reclamo contro il decreto d'abbandono firmato dal pg JohnNoseda nel procedimento penale contro ignoti per il titolo di abuso di autorità, aperto a seguito della segnalazione del deputato MPS MatteoPronzini sul caso dei rimborsi percepiti dai Consiglieri di Stato (vedi suggerito), non spetta all'Ufficio presidenziale.

È quanto si legge nel relativo rapporto stilato dall'Ufficio presidenziale stesso. "Approfondimenti giuridici hanno permesso di appurare che la competenza di decidere circa l'inoltro, in rappresentanza dello Stato, di un reclamo avverso decreto di abbandono non spetta allo scrivente Ufficio".

L'Ufficio presidenziale ritiene che la decisione del Gran Consiglio circa l'inoltro del reclamo debba avvenire a scrutinio segreto. Si ritiene inoltre che il requisito della maggioranza assoluta dei membri del Gran Consiglio valga anche per l'impugnazione di un decreto di abbandono".

L'Ufficio presidenziale propone pertanto al Gran Consiglio di non impugnare il decreto d'abbandono. Il termine per inoltrare il reclamo scade lunedì prossimo.

I deputati hanno in seguito accetttao la proposta del gruppo PPD di rinviare il voto dopo la pausa pomeridiana in modo da poterne discutere approfonditamente.

Seguono aggiornamenti

Redazione | 21 feb 2018 14:25

Articoli suggeriti
Il pg John Noseda ha firmato un decreto d’abbandono evidenziando alcune lacune. Pronzini: “Salva penalmente i Consiglieri”
Matteo Pronzini proporrà Gran consiglio di decidere una pretesa di risarcimento dei "rimborsi illegali percepiti"
Il Movimento per il Socialismo chiede che il Consiglio di Stato risarcisca la popolazione per i benefit
L'MPS rincara la dose sui rimborsi spese dei Consiglieri di Stato e del Cancelliere
Pronzini rincara la dose sulle spese del Governo. Alla vigilia della votazione sui nuovi onorari, la polemica è servita
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'