Accedi
Commenti 5

“J. ha perso 44 chili in tre mesi”: attenti ai farmaci illegali

Stimolanti per l'erezione e prodotti dimagranti i più sequestrati in Ticino. Il farmacista cantonale avverte

Siti online che offrono cure dimagranti ne esistono a bizzeffe, con tanto di testimonianze tipo “Jennifer ha perso 44 chili in tre mesi”. C'è poi l’immancabile link in bella mostra per l’acquisto del farmaco dimagrante. Un universo difficilmente monitorabile, dal quale Swissmedic mette in guardia con il bilancio annuale dei sequestri al confine. I dati pubblicati negli scorsi giorni sono in linea con quelli degli ultimi anni: nel 2017 sono stati confiscati 1060 farmaci illegali, contro i 1028 dell’anno precedente.

Contattato da TeleTicino, il farmacista cantonale Giovan Maria Zanini spiega prima di tutto cosa si intende per farmaco illegale: "Per poter essere in commercio, un farmaco deve essere omologato da un autorità sanitaria, in questo caso Swissmedic. All'estero esistono delle agenzie che omologano e registrano per il mercato il farmaco. Ma un farmaco che non è omologato, salvo rarissime eccezioni, è un farmaco illegale".

Al primo posto tra la tipologica di farmaci sequestrati in Svizzera ci sono stimolanti per l’erezione, spesso versioni contraffatte e potenzialmente tossiche del Viagra: "Il Viagra e medicamenti simili possono essere ottenuti anche in farmacia, però ci vuole una ricetta medica" spiega ancora il farmacista cantonale. "La ricetta medica è necessaria perchè ci sono delle controindicazioni che ne proibiscono di fatto l'uso. Per cui se una persona che ha magari dei problemi cardiovascolari, che sta prendendo altri farmaci, va dal medico e non riceve la ricetta, può passare a prenderli su internet. Saltando questi controlli costituisce però un'esposizione al pericolo per sé stesso".

Il Ticino a livelli di sequestri si muove nelle percentuali svizzere con un’unica differenza, spiega ancora il farmacista cantonale: "In Ticino al secondo posto abbiamo i prodotti per l'estetica in senso lato. Essenzialmente sono dei dimagranti, degli stimolanti su base anfetaminica che hanno delle grosse controindicazioni e dei grossi rischi soprattutto a livello di eventi cardiovascolari - quindi infarto, ictus e cose simili".

Il messaggio dunque è chiaro, con i farmaci online non si scherza: "Se qualcuno fa uso di un canale illegale, come lo sono tanti siti internet, non solo salta tutte le barriere che lo Stato ha previsto per la sicurezza dei pazienti (quindi per esempio l'obbligo della ricetta medica); ma acquista un prodotto non originale, ossia contraffatto, fabbricato clandestinamente". 

Maggiori dettagli nel servizio di TeleTicino delle 18.45 

Redazione | 13 feb 2018 19:20

Articoli suggeriti
Nel 2017 l'Amministrazione federale delle dogane ha sequestrato 1'060 spedizioni, metà dei preparati erano stimolanti sessuali
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'