Accedi
Commenti 2

Six Group, firmato il piano sociale

Dopo un'estenuante giornata di trattative si è giunti a un accordo per tutti e cento dipendenti di Ex Aduno

Sono avvenuti questa mattina gli ultimi negoziati con i vertici della direzione zurighese, scesi a Bedano. Poi c'è stata la discussione con i dipendenti e infine - dopo un’estenuante giornata di trattative - è avvenuta l’approvazione del piano sociale per tutti e cento i dipendenti di Ex Aduno, toccati dal licenziamento collettivo dopo l’acquisizione di Six Group. Un traguardo importante per maestranze e sindacato visto che, solamente due settimane fa, non avevano garanzie.

Il 29 gennaio scorso, ricordiamo, davanti alla sede di Bedano i dipendenti hanno incrociato le braccia per lanciare un segnale alla direzione zurighese, neo proprietaria dell’azienda che gestisce la borsa svizzera e il traffico di pagamenti con le carte di credito. Un’azione di protesta che ha dato i suoi frutti, aprendo le trattative concluse oggi con l’approvazione del piano sociale.

Dal canto loro i dipendenti s’impegneranno a traghettare la clientela verso i nuovi proprietari, garantendo l’attività fino a fine 2018 quando la sede di Bedano definitivamente chiuderà i battenti.

Guarda il servizio completo nel TG di TeleTicino delle 18.45

Francesco Pellegrinelli | 9 feb 2018 18:45

Articoli suggeriti
Trovato un accordo giudicato positivo. Natalia Ferrara: "Continueremo a lavorare per ricollocare i dipendenti"
Il deputato leghista Daniele Casalini ha inoltrato un'interpellanza al Consiglio di Stato
Natalia Ferrara, responsabile ASIB, spiega la situazione dei dipendenti SIX di Bedano: "Ultimo passo prima dello sciopero"
Sit-in di protesta questa mattina alla sede di Bedano, prossima alla chiusura: "Chiediamo un piano sociale onesto"
Natalia Ferrara lancia un appello a favore della sede di Bedano, prossima alla chiusura: "In ballo 100 posti di lavoro"
I dipendenti dell'azienda di Bedano, prossima alla chiusura, danno mandato all'Asib di condurre le trattative
Il gran consigliere inoltra un'interpellanza al Consiglio di Stato
L'azienda con sede a Bedano, che sopprimerà 43 posti in Ticino, si rifiuta di trattare con l'ASIB. "Dobbiamo batterci"
La società che ha rilevato Aduno intende cancellare 100 posti di lavoro in Svizzera entro la fine del 2018
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'