Accedi
Commenti 29

"Caraffa d'acqua? Solo un equivoco..."

Il gerente del ristorante replica a Nadia Ghisolfi: "Polemica che mi sorprende. Offrirò da bere alla deputata..."

Ha scatenato molte polemiche il post di Nadia Ghisolfi sul suo litigio con il gerente di un ristorante di Bellinzona che le avrebbe rifiutato di servire l'acqua in caraffa. Per saperne di più vedi articoli correlati.

La legge sugli esercizi alberghieri e della ristorazione (Lear) parla chiaro e prescrive l’obbligo per ogni esercente di "fornire gratuitamente dell’acqua" quando vengono serviti pasti principali. Ma allora perché il ristoratore si è rifiutato di portare la caraffa d'acqua al tavolo? "Avete presente cosa sia il giovedì del Carnevale a Bellinzona? - replica lo stesso gerente del ristorante 'sotto accusa' - C'era un casino incredibile e siamo rimasti senza caraffe e pure senza bicchieri di vetro, tanto che alcuni clienti sono stati serviti con i bicchieri di plastica".

Secondo il ristoratore, si tratterebbe quindi di un equivoco: "Assolutamente. Abbiamo sempre servito le caraffe d'acqua a chi le chiede, ho provato a spiegare alla signora Ghisolfi che eravamo senza caraffe, ma visto che ha insistito appena ne abbiamo avuta una libera l'abbiamo portata al suo tavolo senza problemi". Evidentemente questo non è bastato, visto il successivo post della deputata PPD: "Ci dispiace, anche se francamente tutta questa polemica mi sorprende. Quello che posso dire è che la signora Ghisolfi è stata spesso nostra gradita ospite e speriamo di rivederla presto: per rimediare al disguido le offriremo da bere..."

Redazione | 9 feb 2018 11:18

Articoli suggeriti
Nadia Ghisolfi racconta la sua esperienza in un ristorante: "E' fastidioso insistere per una cosa prevista per legge"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'