Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 111

"Cena da 623 fr, ma abbiamo litigato per la caraffa d'acqua"

Nadia Ghisolfi racconta la sua esperienza in un ristorante: "E' fastidioso insistere per una cosa prevista per legge"

"Nonostante abbiamo speso 623 franchi, per avere l’acqua del rubinetto abbiamo dovuto litigare.. welcome to Bellinzona". 

Con questo post la deputata PPD Nadia Ghisolfi commenta amaramente la discussione che ha avuto in un ristorante di Bellinzona che sta scatenando polemiche su Facebook. Contattata da Ticinonews, la granconsigliera racconta la vicenda: "Il ristoratore non voleva darci la caraffa con l'acqua del rubinetto perché è Carnevale. Una motivazione che non ha senso, anche perché la legge parla chiaro. Alla fine ci ha portato l'acqua sbuffando, ma nel frattempo siamo stati costretti a prendere tre bottiglie d'acqua da 7,50 franchi al litro".

"Un gesto poco opportuno da parte del gerente, considerato che non abbiamo certo lesinato sul bere, dato che abbiamo preso due bottiglie di vino da 79 franchi e prosecco. Per un conto di 623 franchi", prosegue la pipidina.

"Sinceramente - conclude Ghisolfi - nonostante abbia mangiato bene e la cameriera sia stata estremamente gentile, ci sono rimasto malissimo perché trovo vergognoso dover insistere per una cosa prevista dalla legge".

 

Redazione | 9 feb 2018 07:42

Articoli suggeriti
Il gerente del ristorante replica a Nadia Ghisolfi: "Polemica che mi sorprende. Offrirò da bere alla deputata..."
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'