Accedi
Commenti 5

"Signori consiglieri di Stato, restituite i rimborsi"

Matteo Pronzini proporrà Gran consiglio di decidere una pretesa di risarcimento dei "rimborsi illegali percepiti"

Il deputato MPS Matteo Pronzini proporrà al plenum del Gran consiglio di decidere una pretesa di risarcimento nei confronti dei consiglieri di Stato "in relazione agli illegali rimborsi che si sono versati" (vedi articoli suggeriti).

"È dovere del Legislativo ripristinare la legalità in materia di rimborso spese e vantaggi dei Consiglieri di Stato - si legge nella lettera che verrà sottoposta i deputati - l’unico strumento democratico che rimane a disposizione del Gran Consiglio per ottenere dal Governo il rispetto della legalità, come viene richiesto ad ogni cittadino e istituzione di questo Cantone, è procedere al voto di una pretesa di risarcimento ai sensi dell’art. 20 cpv. 1 lett. a) della Legge responsabilità enti pubblici e agenti pubblici".

In sostanza, si chiede ai Consiglieri di Stato in carica dal 2008 ad oggi (Paolo Beltraminelli, Manuele Bertoli, Marco Borradori, Gabriele Gendotti, Norman Gobbi, Luigi Pedrazzini, Patrizia Pesenti, Laura Sadis, Christian Vitta e Claudio Zali) di risarcire al Cantone tutti i vantaggi conseguiti per sé e per il cancelliere dello Stato con l’adozione delle note a protocollo indicate precedentemente, così come ogni altro vantaggio pecuniario o in natura non previsto dalla Legge sull’onorario e sulle previdenze a favore dei membri del Consiglio di Stato, dalla LORD e dalla Legge stipendi".

Redazione | 8 feb 2018 13:40

Articoli suggeriti
Il Movimento per il Socialismo chiede che il Consiglio di Stato risarcisca la popolazione per i benefit
L'MPS rincara la dose sui rimborsi spese dei Consiglieri di Stato e del Cancelliere
Pronzini rincara la dose sulle spese del Governo. Alla vigilia della votazione sui nuovi onorari, la polemica è servita
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'