Accedi
Commenti 9

"Cerco la persona che ha travolto mia madre sugli sci"

La donna è ancora in ospedale con un trauma facciale. Il figlio: "Vorremmo essere contattati dal responsabile"

“Sembrava andasse tutto bene dopo la caduta: nessun osso rotto, solo un grande spavento. Ma appena rientrati a casa la situazione è precipitata e ci siamo recati d’urgenza al pronto soccorso dato che vi erano dei chiari segnali che non lasciavano molta libertà di pensiero e, dopo diversi esami, l’amara diagnosi: trauma facciale e sanguinamento cerebrale”. Così un ragazzo ticinese descrive i momenti successivi all’incidente di sua madre sulle piste da sci di Splügen, avvenuto mercoledì scorso. Incidente causato da un uomo che non aveva controllo della velocità a cui stava sciando e ha “tamponata” la donna facendola cadere malamente.

E, mentre la donna è ancora in ospedale, proprio all’autore dell’incidente viene rivolto un appello da parte del figlio: “Vorremmo che la persona in questione ci contattasse per dimostrarci la sua onestà e la sua morale. Riteniamo sia giusto che si assuma le sue responsabilità e capisca che non si può sciare senza tenere conto delle altre persone che vogliono godersi in sicurezza una giornata sulla neve”.

L’incidente è avvenuto mercoledì mattina, tra le 10.30 e le 11.00, sulla pista tra il quarto e il quinto sci lift. La vittima dell’incidente indossava una tuta verde chiaro e probabilmente un casco bianco. L’uomo che ha causato lo scontro una tuta rossa, sia giacca che pantaloni.

Testimoni, o ancora meglio la persona interessata, possono contattarci a [email protected] o al numero telefonico 079 102 57 08

Redazione | 26 gen 2018 15:03

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'