Accedi
Commenti 11

Impianti, si pensa ad un abbonamento unico

L'idea rientra in un progetto più ampio di rilancio delle stazioni sciistiche

Sciare in tutti i principali comprensori del Ticino - Airolo, Bosco Gurin, Campo Blenio, Carì e Nara - con un unico abbonamento stagionale a prezzo stracciato. L’idea è ancora in fase di discussione ma potrebbe già concretizzarsi il prossimo anno. I direttori dei principali impianti ticinesi, confrontati per anni con cifre rosse, la stanno analizzando da mesi e il tema sarà discusso settimana prossima in un incontro con i vertici del turismo, degli Enti regionali e del Cantone per valutarne la sostenibilità.

"Questo è un progetto molto interessante che rientra in una strategia più ampia di riposizionamento degli impianti di risalita" ha specificato il direttore dell’Ente regionale Bellinzonese e Valli Raffaele De Rosa ai microfoni di TeleTicino. "Abbiamo per ciascun impianto l’idea di dare un taglio, un posizionamento ben preciso".

Airolo, con la Valbianca, il Comune e la Federazione di sci, ha infatti intenzione di realizzare un centro nazionale di allenamento per il freestyle. A Campo Blenio si sta lavorando ad un rilancio della stazione nell’ottica dell’estate. Al Nara il punto focale è il mountain bike. A Carì sul tavolo ci sono progetti come i percorsi che verranno inaugurati prossimamente. Mentre Bosco Gurin, proprio di recente, ha ottenuto dal Consiglio di Stato il via libera per la nuova slittovia e pigia l'acceleratore sul nuovo centro wellness. 

Insomma: come richiesto dal Gran Consiglio, che lo scorso dicembre ha stanziato un credito quadriennale di 5,4 milioni per la gestione ordinaria dei principali impianti, ci si sta dando da fare. 

Redazione | 13 gen 2018 18:45

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'