Accedi
Commenti 2

Spaccata a Sant'Antonino, oltre 15mila franchi il bottino

Quattro malviventi si sono intrufolati nella notte in una gioielleria. La gerente: "Svaligiato mezzo negozio"

Quattro persone, coperte dal passamontagna. Prima distruggono la porta d’accesso del Centro commerciale, poi fracassano anche quelle della gioielleria. È successo al Centro Migros di Sant’Antonino. Tutto avviene in pochi minuti – una trentina al massimo – nel cuore della notte appena trascorsa. L’allarme, ci spiegano sul posto, è scattato alle 3.28. La risposta della sicurezza è stata repentina, ma una volta arrivati sul posto di malviventi e bottino – almeno 15mila franchi – non c’era più nemmeno l’ombra.

"Sono entrati dalla porta principale della Migros, hanno scassato prima il vetro, poi hanno rotto due porte vetrate della nostra gioielleria. Hanno svaligiato mezzo negozio. È una sensazione bruttissima, come se fossero entrati in casa mia" racconta la gerente ai microfoni di Teleticino. 

Per la gioielleria si tratta del secondo furto nell’arco di 4 mesi. Un’escalation improvvisa che preoccupa visto che in oltre 15 anni di attività di episodi analoghi non ne erano mai successi. E le modalità operative – ieri come oggi – si assomigliano molto. Il primo agosto scorso, raccontano i responsabili, 3 uomini, sempre a volto coperto, avevano infranto le porte d’accesso alla gioielleria, ripulendo le vetrine, e dileguandosi nel nulla in pochi minuti.

In entrambi i casi sono tutt’ora a piede libero. Un’azione mirata e studiata che, stando a quanto riferisce la polizia cantonale, è tipica di bande di malviventi provenienti dall’Est Europa.

I due episodi hanno comunque spinto la direzione della gioielleria a potenziare immediatamente le misure di sicurezza.

Maggiori dettagli nel servizio TG di Teleticino 

Romano Bianchi | 7 dic 2017 18:45

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'