Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 10

Bosia Mirra e la Bainvegni Fugitivs Marsch tornano in Ticino

Dopo 945 km in 50 giorni, la marcia per sensibilizzare le istituzioni sul diritto d'asilo è giunta al termine

Dopo 945 km effettuati in 50 giorni, la Bainvegni Fugitivs Marsch rientra in Ticino per percorrere gli ultimi chilometri della marcia, fortemente voluta dal Comitato unitario per una
nuova politica umanitaria e da "Solidarité sans frontières" per sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica sul diritto d’asilo in Svizzera.

Partita da Bellinzona il 15 ottobre scorso, la marcia ha attraversato tutta la Svizzera viaggiando attraverso 16 Cantoni e facendo tappa, fin qui, in ben 45 città.

L’invito ad unirsi al gruppo di marciatori è stato accolto da numerose persone, fra cui anche politici e richiedenti l’asilo, che si sono messe in marcia a sostegno della causa per una o qualche tappa.

"L’accoglienza riservata nelle diverse città toccate dalla marcia è sempre stata molto calorosa", sottolineano i promotori in una nota. "I municipi di alcune grandi città, come ad esempio Ginevra, hanno addirittura ricevuto il gruppo ufficialmente".

Giovedì 7 dicembre la marcia arriverà nuovamente in Ticino e farà tappa prima ad Airolo, poi a Lavorgo l’8 dicembre, a Bodio il 9 dicembre e si concluderà il 10 dicembre a Bellinzona, secondo il seguente programma:

ore 7.30 partenza dalla protezione civile Bodio in direzione di Claro
ore 12.30 arrivo a Claro e pranzo presso la buvette del Football Club
ore 13.00 partenza in direzione di Bellinzona
ore 14.30 arrivo a Bellinzona, Piazzale della stazione
ore 15:00 merenda in musica alla Birreria Bavarese
ore 16:30 dibattito “Donne e Migrazione” con Elly Schlein, moderatrice Bettina Müller, giorn. RSI
ore 18:00 proiezione di “Wilkommen in der Schweiz“ al Cinema Forum

La marcia è aperta a tutti e per partecipare non è necessario iscriversi, ricordano i promotori.

Redazione | 6 dic 2017 15:09

Articoli suggeriti
L'europarlamentare cresciuta a Lugano accoglierà i marciatori della Bainvegni Fugitivs Marsch, il 10 dicembre
Si è rotto il motore del furgone che segue la Bainvegni Fugitivs Marsch. Lanciato un appello ai sostenitori
Dopo tre giorni di pausa, la Bainvegni Fugitivs Marsch si dirige verso Murten. "Stanca, ma grazie a tutti". FOTO
La Bainvegni Fugitivs Marsch guidata da Lisa Bosia Mirra sta ottenendo una calorosa accoglienza. FOTO
La deputata attraverserà la Svizzera a piedi per sensibilizzare sul tema dell'asilo e dei diritti umani - FOTO
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'