Accedi
Commenti 3

Darwin Airline potrà presto tornare a volare?

Rispondendo a Lorenzo Quadri, il Consiglio federale rassicura: "Liquidità in linea con il piano finaziario"

È forse meno grave di quanto si potesse credere, la situazione finanziaria di Darwin Airline SA, la compagnia aerea cui martedì scorso l'Ufficio federale dell'aviazione civile ha ritirato l'autorizzazione di volo e cui giovedì scorso il Pretore di Lugano ha concesso la moratoria concordataria.

Rispondendo oggi pomeriggio al consigliere nazionale Lorenzo Quadri (Lega), il Consiglio federale ha spiegato infatti che a metà ottobre, quando l'UFAC ha esaminato il piano finanziario della compagnia aerea, "è stato appurato che la società, in quel momento, disponeva di sufficienti liquidità."

"Non è stato però possibile validare le ipotesi relative alle entrate e alle spese per il 2018 e al futuro modello di business sotto Adria Airways / 4K Invest" ha proseguito il Consiglio federale. "Darwin Airline SA è quindi stata invitata a fornire la relativa documentazione che provasse la capacità economica per l'esercizio finanziario 2018. Finora la società non ha dato seguito a questa richiesta. Inoltre l'UFAC ha mantenuto la propria vigilanza rafforzata, già esistente, sulla situazione finanziaria della Darwin Airline SA. In base ai rendiconti finanziari presentati all'UFAC da allora si è constatato che la situazione di reddito e lo stato della liquidità erano in linea con il piano finanziario presentato per il quarto trimestre 2017."

Il Consiglio federale ha ribadito quindi che "l'UFAC non è stato preventivamente informato della decisione della società di richiedere una moratoria concordataria, malgrado i regolari contatti e scambi. Secondo una precedente decisione passata in giudicato, in questo caso l'autorizzazione di esercizio decade, visto che l'UFAC non può farsi preventivamente un'idea sulla reale situazione finanziaria."

"Un intervento più precoce da parte dell'UFAC non era quindi possibile in quanto l'UFAC non era al corrente della decisione a venire da parte della società" ha spiegato ancora il Consiglio federale.

In conclusione, il Consiglio federale ha affermato che "la Darwin Airline SA ha inoltrato domanda per riottenere l'autorizzazione di esercizio. Se i requisiti riguardo la capacità finanziaria sono soddisfatti, l'autorizzazione d'esercizio può essere nuovamente rilasciata."

Redazione | 4 dic 2017 17:41

Articoli suggeriti
La compagnia aerea non potrà effettuare voli su Ginevra e Roma per altri tre giorni. Servono garanzie
L'UFAC all'oscuro dell’esito della richiesta di moratoria concordataria. Voli bloccati almeno fino a domenica
Lo ha deciso stamattina il pretore di Lugano. L'OCST esprime soddisfazione e chiede un incontro alla direzione
Vertice tra dipendenti e sindacati oggi a Bioggio. Jelmini: "Stipendi garantiti per contratti svizzeri, ma..."
Il sindacato dei servizi pubblici VPOD/SSP di Ginevra contesta l'invito rivolto ai dipendenti di lavorare gratuitamente
Lorenzo Quadri si rivolge al Consiglio federale sul 'grounding' di Darwin: "Possibilità di restituzione della licenza?"
Borradori: "Il grounding è qualcosa di molto negativo è triste, sono a rischio centinaia di posti di lavoro"
Sara Beretta Piccoli interroga il Municipio di Lugano sul ritiro della licenza di volo alla compagnia aerea
I capigruppo in CC a Lugano sul "grounding", tra chi chiede di ritirare il messaggio e chi predica calma
Il partito commenta l'atterramento di Darwin Airline chiedendo al Municipio di presentare scenari alternativi
La società che gestisce lo scalo di Agno prende posizione sul ritiro della licenza di volo a Darwin Airline
Nel giorno del grounding, l'OCST punta il dito contro il fondo d'investimento 4K. "Scenario già previsto?"
L'UFAC ha ritirato la licenza di volo alla compagnia aerea. Cancellati tutti i voli. Interverrà il Ministero pubblico?
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'