Accedi
Commenti 91

Billag: "I ticinesi dovrebbero pagare 2'375 franchi"

Il Ticino beneficia di 265 milioni l'anno, 220 dei quali riversati dalla Svizzera tedesca. "Stando così le cose..."

Il prossimo 4 marzo il popolo sarà chiamato ad esprimersi sull'abolizione del canone radiotelevisivo. In Ticino il dibattito tra favorevoli e contrari è particolarmente infiammato e in “soccorso” dei contrari all’iniziativa “No Billag” ecco arrivare il quotidiano 20 Minuten, che oggi rimarca che il canone pagato attualmente dai ticinesi è ben inferiore a quello che dovrebbero versare realmente.

“I ticinesi dovrebbero pagare 2'375 franchi”, chiosa il quotidiano, evidenziando come la Svizzera italiana approfitti in maniera notevole dell’offerta targata SRG.

Lo scorso anno, evidenzia il 20Minuten, la Svizzera tedesca ha incassato 885 milioni di franchi di canone, 525 dei quali sono stati versati a emittenti radiofoniche e televisive in lingua tedesca. Il resto è stato riversato in Romandia (120 milioni), in Ticino (220 milioni) e nei Grigioni (20 milioni).

La Svizzera italiana ha beneficiato di 265 milioni di franchi dal calderone del canone, di cui ‘soli’ 45 milioni prelevati sul territorio cantonale. Dovesse cadere questa sorta di perequazione, nella Svizzera tedesca si dovrebbero pagare solamente 270-280 franchi di canone mentre in Ticino ben 2'375.

Redazione | 22 nov 2017 12:30

Articoli suggeriti
Il Governo ha incontrato i vertici di SRG SSR e RSI, e invita la popolazione a respingere l'iniziativa contro il canone
Comunicazione Svizzera invita a respingere l'iniziativa per abolire il canone: "Ripercussioni su tutto il settore"
A far parte del comitato promotore i sindaci Mario Branda, Anna Giacometti e i consiglieri agli Stati Fabio Abate e Filippo Lombardi
I Verdi del Ticino invitano a bocciare l'iniziativa per l’abolizione del canone radiotelevisivo
Riunito in assemblea, il partito svizzero ha inoltre adottato una risoluzione in favore di "media diversificati e di qualità"
Chiesa si schiera contro l'iniziativa che vede molti Udc tra i principali sostenitori: Marchesi: "Tema complesso"
Marco Chiesa contro l'iniziativa per abolire il canone: "Se passerà avremo un enorme problema economico"
Il Consiglio federale comunica la data delle prossime votazioni: in consultazione anche il nuovo ordinamento finanziario
Ha presenziato all’assemblea dei delegati dei Giovani PPD svizzeri: iniziativa No Billag ed elezione del nuovo comitato come argomenti all’ordine del giorno
Rilasciata la licenza edilizia per il progetto da 100 milioni, che dovrebbe essere pronto per il 2025
Un sì sarebbe "veramente catastrofico", ha dichiarato in un incontro con i media a Berna il direttore generale Marchand
Aldi: "I cittadini pagano già troppo", Bang: "Votare l'abolizione del canone sarebbe da masochisti"
Il GAS replica ad Alain Bühler: "Le lamentele sul coinvolgimento dei famigliari nella querelle politica hanno scarso fondamento"
Alain Bühler: "Ancora una volta si toccano i miei parenti con questi mezzi. Mia madre lavora con RSI ma ho idee diverse"
Anche il Nazionale si schiera contro l'iniziativa popolare senza opporle un controprogetto
In corso il dibattito sulla SSR, cui l'UDC vuole tagliare i fondi. Regazzi: "Malcelato disagio in Ticino"
Approvata questa mattina in assemblea generale una risoluzione per la difesa del servizio pubblico
Interrogazione interpartitica sulle conseguenze che avrebbe l’abolizione della Billag
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'