Accedi
Commenti 3

"Prima i nostri", via libera anche da commissione Stati

Secondo via libera alla concessione della garanzia della Confederazione alle modifiche della Costituzione ticinese

Via libera a "Prima i nostri": come la Commissione delle istituzioni politiche del Nazionale, anche la commissione degli Stati propone oggi al plenum di concedere la garanzia della Confederazione alle modifiche alla Costituzione ticinese introdotte con l'iniziativa.

Le nuove disposizioni lasciano un margine di manovra, assai limitato, per un'applicazione conforme al diritto federale e internazionale, rileva la commissione in una nota diffusa dai servizi del parlamento.

L'iniziativa, approvata dal popolo il 25 settembre del 2016, mira a proteggere la manodopera e a istituire la preferenza indigena.

ATS | 17 nov 2017 16:24

Articoli suggeriti
La Comissione delle istituzioni politiche del Nazionale propone al Parlamento di concedere la garanzia federale
Il Gruppo transfrontaliero europeo ha scritto ieri una lettera. "Altri cantoni potrebbero emulare il Ticino"
Botta e risposta tra il presidente dell'UDC Piero Marchesi e il presidente di AITI Fabio Regazzi su "Prima i nostri"
L'UDC esulta dopo che il Consiglio federale ha dichiarato l'iniziativa "Prima I Nostri" conforme al diritto federale
Secondo il CF l'iniziativa è conforme al diritto federale, ma il margine di manovra del Cantone è "limitato"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'