Accedi
Commenti 16

Amalia Mirante: "Noi sempre corretti, ma il Municipio..."

L'ormai ex municipale di Torricella-Taverne racconta: "La scuola dell'infanzia solo l'ultimo di una serie di episodi.."

C'è stupore a Torricella-Taverne dopo la decisione di Amalia Mirante (PS) e Antonello Gatti (Plr) di lasciare il Municipio a causa delle forti divergenze con i colleghi dell'esecutivo, diventato nell'ultima legislatura a maggioranza relativa leghista.

Ma per l'ormai ex municipale Mirante non è un problema di ideologia partitica quanto di modo di lavorare: "Per me e il collega Gatti la correttezza e il rispetto delle regole sono sempre stati la base fondamentale del nostro lavoro, al di là delle scelte politiche. Ma abbiamo riscontrato che in Municipio non c'era particolare attenzione a questi aspetti. Evidentemente avevamo priorità diverse".

C'è stato un episodio particolare a spingervi verso questa decisione?
In realtà non solo uno, ma tanti episodi in 18 mesi che ci hanno fatto rendere conto che non sarebbero cambiate le modalità di operare. Le opzioni erano quindi due: accettare di andare avanti così per due anni e mezzo oppure prendere coscienza che in questo modo non avremmo potuto dare il nostro contributo e rinunciare alla carica.

Avete citato il modo in cui è stata gestita la questione della Scuola dell'Infanzia...
E' solo l'ultimo dei fatti. A nostro avviso ci sono diverse cose che non vanno assolutamente bene, a partire dalle modifiche sostanziali del progetto rispetto a quanto voluto dalla popolazione. O le scelte di attribuzione dei mandati particolari che necessitano quantomeno dei chiarimenti. Per non parlare della volontà esplicita dell'esecutivo di dividere il credito in due parti distinte. Ma sono diversi i casi che abbiamo portato all'attenzione degli enti preposti, purtroppo senza le risposte auspicate.

Ha influito nella scelta di dimissionare la "relegazione" al Dicastero Cimitero?
No. Intendiamoci, è una decisione che evidentemente non ho considerato né giusta né corretta. Tuttavia sono rimasta in Municipio e l'ho accettata come impostomi dalla legge. Ma quello che ho visto dopo era davvero troppo. E' chiaro che abbiamo due visioni diametralmente opposte sull'intendere la gestione e l'amministrazione pubblica, non tanto per quanto riguarda le ideologie politiche ma per la forma e l'etica di certe decisioni.

Eppure lei è in Municipio da oltre 13 anni. Possibile che abbia avuto problemi solo negli ultimi due, con la nuova maggioranza relativa?
In questi gremi ci sono persone con idee, ritmi e tempi diversi. Non è sempre facile conciliare, tuttavia nonostante le difficoltà abbiamo sempre lavorato per il bene della cosa pubblica. Ma in questo caso mancano proprio le basi per prosegure.

Con le vostre dimissioni cambierà qualcosa in Municipio?
L'augurio è quello che i due nuovi colleghi possano riportare il discorso sull'interesse del Comune e che ci sia maggiore collaborazioen, trasparenza e attenzione al rispetto delle norme. So che è difficile ma preferisco non escludere a priori che questo possa avvenire...

MS

Redazione | 14 nov 2017 11:37

Articoli suggeriti
Il Consiglio comunale ha dato il via libera alla costruzione dell'opera, con 17 voti favorevoli e 9 astenuti
Bocciata l'istanza di 8 consiglieri comunali che chiedevano di sospendere la seduta per presunte irregolarità
L'Esecutivo replica alle critiche. "Non è tollerabile strumentalizzare la questione immigrazione"
Il sindaco di Torricella-Taverne smorza i toni sulle presunte irregolarità: "Il voto sul credito per l'asilo si farà"
8 consiglieri comunali chiedono di sospendere il voto sul credito milionario per presunta violazione delle commesse pubbliche
Clamorosa decisione dei due Municipali che annunciano le dimissioni dall'esecutivo: "Mancato rispetto delle regole"
Il Municipio di Torricella-Taverne prende posizione sulla polemica innescatasi sull'attribuzione dei Dicasteri
Questa sera, anziché partecipare alla seduta di Consiglio comunale, PS e Verdi si recheranno al cimitero
Amalia Mirante ringrazia per la solidarietà e lamenta una nuova esclusione da parte del Municipio
Da Scherrer a Bang e Fonio, il mondo politico si schiera a maggioranza con la socialista. Bosia Mirra: "Sciopero!"
La municipale di Taverne tuona contro i colleghi, che le hanno assegnato solamente il Dicastero dell'eterno riposo
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'