Accedi
Commenti 3

"Soluzioni approssimative, traffico congestionato"

La Lega di Bellinzona: "Banalizzata la chiusura di strade. Gestione lacunosa e paghiamo le conseguenze"

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato della Lega di Bellinzona:

Nelle ultime settimane la popolazione è confrontata con una mobilità difficoltosa per la simultanea apertura di più cantieri su strade di forte traffico nel centro cittadino. Con le dovute proporzioni, si trascorre più tempo in colonna a Bellinzona che a Lugano!

La scelta del comune di avviare dei propri cantieri e, nel medesimo tempo, di autorizzare l’apertura di quelli di terzi che rendono necessaria la temporanea (si parla comunque di più settimane) chiusura di alcune strade, si sta rivelando giorno dopo giorno infelice.

Gli spostamenti interni e del traffico di transito sono diventati oltremodo impegnativi, generando un diffuso malcontento verso una pianificazione degli interventi che doveva essere più attenta alla realtà della circolazione stradale.

Riconosciamo che la ricerca di soluzioni alternative in prossimità del centro storico è tutt’altro che semplice, ma qui la gestione si è rivelata lacunosa anche negli aspetti direttamente influenzabili (vale a dire la scelta dei percorsi alternativi, una segnaletica approssimativa e non da ultimo la quasi totale assenza della polizia nel controllo (soprattutto nelle ore di punta), per lo più all’interno di quartieri residenziali non abituati a un traffico importante e improvviso.

Le tratte alternative alla chiusura di Via Mirasole (interrotta in più punti…) e Via Orico sfociano tutte nello stesso luogo generando intasamenti (… ora in parte evitati con la possibilità di uscita su Via Tatti). La segnaletica non sempre ottimale o quantomeno di difficile interpretazione rallenta gli spostamenti e crea rischi per gli automobilisti. E ancora si pensi alla difficoltà su Viale Portone a svoltare nelle strade residenziali in concomitanza con il traffico incolonnato, la corsia preferenziale degli autopostali e cicli/motocicli, nonché gli studenti sul marciapiede: polizia assente. La presenza di quest’ultima renderebbe più veloci le manovre agevolando la fluidità del traffico e scoraggiando le violazioni della segnaletica.

Se poi pensiamo che questo fine settimana arriva pure il circo!

Tutto questo per dire che come cittadini è legittimo attendersi una gestione complessiva professionale e meglio coordinata tra gli uffici coinvolti.

 

 

Redazione | 10 nov 2017 11:06

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'