Accedi
Sfoglia la galleryCommenti

Altri due incendi a Sonvico: "Dinamica sospetta"

Il capitano dei pompieri Federico Sala: "In natura è ben difficile che si sviluppi un incendio del genere"

Intervenuto ieri sera con una trentina di pompieri e la polizia, il capitano Federico Sala parla ai microfoni di Teleticino dei due roghi divampati intorno alle 23 sopra Sonvico. 4600 i metri quadrati di bosco bruciati in totale. Sarà compito dell’inchiesta di polizia stabilirne l’origine. Ma l’esperienza insegna:

"In natura è ben difficile che si sviluppi un incendio del genere. Diciamo che è veramente particolare trovare 2 distinti incendi di una certa dimensione con una certa distanza l’uno dall’altro, questo dà dei dubbi".

In effetti gli inquirenti al momento non escludono nessuna ipotesi. Nemmeno il dolo, la pista battuta per l’incendio divampato domenica nel Mendrisiotto, a Caneggio, per lo stesso motivo. Ovvero: 5 focolai ben distinti.

"Sicuramente il rischio di emulazione è sempre presente - prosegue Sala - vuoi perché uno vede degli incendi nel territorio, vuoi per altri motivi. Sia il tempo, sia il periodo non aiutano".

La pronta azione dei pompieri di Lugano con il rinforzo della sezione di montagna ha però limitato i danni. Un intervento impegnativo ma agevolato da un sentiero che ha permesso di domare le fiamme dal loro epicentro.

Il servizio completo sull'edizione di Ticinonews su Teleticino alle ore 18.45

Laura Milani

Laura Milani | 31 ott 2017 18:52

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'