Accedi
Commenti

"Cure a domicilio erogate da personale non qualificato?

Ghisletta interpella il Governo sull'"inquietante fenomeno": "Le casse malati non controllano più i dipendenti dei SACD?"

Il deputato socialista Raoul Ghisletta ha inoltrato oggi un'interpellanza al Consiglio di Stato, nella quale chiede maggiori informazioni sull'"inquietante fenomeno delle cure di base a domicilio erogate da personale non qualificato". 

Ghisletta chiede in particolare al Governo se corrisponde al vero che "vi sono servizi d’assistenza e cura a domicilio (SACD) senza contratto di prestazione con il Cantone, che erogano un numero considerevole di cure di base per mezzo di personale non qualificato (ausiliari) -cure che sono poi rimborsate dalle casse malati". Inoltre se è vero che da alcuni anni le casse malati in Ticino "non controllano più se i dipendenti dei SACD che erogano le cure di base sono qualificati, come prevedono i contratti stipulate dalle casse malati con i SACD". Infine Ghisletta chiede una valutazione al Governo sulla situazione, da profilo della sicurezza, dei pazienti in Ticino e se intende prendere eventuali contromisure a livello legislativo di regolamenti o di direttive dell’Ufficio del medico cantonale. 

 

Redazione | 25 ott 2017 18:23

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'