Accedi
Commenti 1

"Come si fa a criticare la VF International?"

Il Plr prende posizione in difesa della nota ditta, al centro delle polemiche per lo spostamento del call center

Dopo l'accusa, è il momento della difesa. Nelle scorse settimane i sindacati, il consigliere comunale leghista Vasco Schiavi e il deputato del Partito Comunista Massimiliano Ay hanno preso posizione contro la VF International, la quale ha deciso di spostare il suo call center da Stabio al Regno Unito, cercando una ricollocazione per i suoi 43 dipendenti.

Ma, dopo le parole del Municipio che ha difeso il colosso dell'abbigliamento con sede a Stabio, adesso è il Plr tramite Opinione Liberale a prendere posizione: "A Stabio vi è una nota azienda internazionale che impiega 900 persone, tra cui parecchi residenti, che ha costruito uno stabile rispettoso di tutti i criteri ambientali e paesaggistici, e che paga un pacco di imposte".

"Ci sarebbe da essere contenti di averla sul nostro territorio - prosegue il testo - Ma naturalmente no, in Ticino la lamentela deve farla da padrone, sempre e comunque".

 

Redazione | 13 ott 2017 10:11

Articoli suggeriti
Il Municipio di Stabio risponde alla Lega: "L'azienda conta per il 15-20% del moltiplicatore d'imposta comunale"
La società con sede a Stabio conferma: "Abbiamo valutato alternative per i collaboratori. Lavoriamo con i sindacati"
I sindacati contestano la decisione di trasferire 43 dipendenti. Cavadini: "Non è una cosa così drammatica"
Schiavi interroga il Municipio di Stabio sul possibile taglio di 43 impieghi: "Non aveva garantito nuovi posti di lavoro?"
Allarmato per il possibile taglio di 43 impieghi, il comunista Ay pone una serie di domande al Consiglio di Stato
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'