Accedi
Commenti

Lugano meritocratica, il personale scrive alla città

I dipendenti pubblici sono d'accordo con il principio, ma la misura dovrà essere messa in prova per due anni

L’assemblea del personale ha deciso, Lugano può essere più meritocratica ma a determinate condizioni. Negli scorsi giorni i dipendenti pubblici della città si sono riuniti per affrontare lo spinoso tema del Regolamento organico dei dipendenti varato di recente dal Municipio. Un provvedimento che ha fatto alquanto discutere soprattutto per un punto: la cancellazione degli scatti salariali automatici, e l’introduzione di aumenti in base all’efficienza e alla produttività del singolo dipendente comunale.

Come detto l’assemblea non si è opposta in linea di massima alla nuova misura ma ha deciso di scrivere al Municipio per chiedere un periodo di prova di due anni del provvedimento. Al termine spetterà poi alla Commissione del personale e al Municipio valutare se renderlo definitivo o meno. Inoltre l’assemblea nella sua missiva chiederà pure che il Municipio torni sui suoi passi su un’altra misura contenuta nel Regolamento, ovvero l’eliminazione degli assegni familiari per chi percepisce meno di 90mila franchi, come spiega a TeleTicino il presidente della Commissione del personale Fabio Schnellmann

Intanto il nuovo regolamento è approdato in Consiglio comunale, dove è stata creata una commissione ad hoc per valutarlo. Il personale quindi rimane fiducioso, che le rivendicazioni vengano ascoltate sia dall’Esecutivo che dal Legislativo.

Guarda il servizio TG di TeleTicino

 

CF

 

Redazione | 12 ott 2017 18:45

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'