Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 6

Lugano: polo sportivo "entro il 2021"

Presentati oggi due importanti messaggi municipali per la realizzazione del futuro polo sportivo a Cornaredo

Il Municipio di Lugano ha licenziato oggi all’attenzione del Consiglio Comunale due messaggi essenziali per la realizzazione del Polo Sportivo e degli Eventi (PSE). Il primo richiede i crediti per il progetto di massima del PSE (3 milioni di franchi), per l’avvio della procedura di identificazione del partner privato tramite un concorso (350mila franchi) e per la progettazione di un centro sportivo al Maglio
di Canobbio (180mila franchi). Il secondo messaggio presenta le varianti di prima fase al Piano Regolatore intercomunale del Nuovo Quartiere di Cornaredo (PR-NQC).

L'obiettivo del Municipio è realizzare un’infrastruttura all’avanguardia, in grado di garantire alle società sportive strutture conformi alle esigenze delle leghe nazionali, sufficiente spazio per lo svolgimento delle attività individuali e associative a costi ragionevoli, una sede moderna e unificata per l’amministrazione comunale e spazi per eventi di interesse cantonale, nazionale e internazionale. 

La nuova infrastruttura ospiterà quindi contenuti pubblici (stadio, palazzetto dello sport, amministrazione) e contenuti accessori (commerci, uffici, strutture residenziali previo adeguamento del PR). Il progetto Sigillo degli architetti Giraudi, Radczuweit, Cruz e Ortiz - che ha vinto il concorso indetto dalla Città nel 2012 - è stato oggetto di un primo sviluppo progettuale che ha portato all’allestimento di un Piano di quartiere (PQ) nel 2015. La successiva fase di sviluppo è quella del progetto di massima - per cui è chiesto il credito di 3 milioni di franchi – che permetterà di affinare la proposta rispetto ai contenuti, ai costi di investimento e di gestione, e a un calcolo di economicità. 

I contenuti

Fra i contenuti sportivi spicca il nuovo Stadio di Cornaredo, la cui realizzazione è necessaria per poter ospitare le partite di calcio di prima divisione: l’attuale stadio non è conforme alle direttive sullo standard della Swiss Football League (SFL) e dell’UEFA per le compagini di Super League. La SFL ha concesso alla Città una deroga fino al 2021. Obiettivo della Città è realizzare entro quella data un’infrastruttura moderna e completa, con spazi per le società sportive, la sicurezza, l’accoglienza degli ospiti e i media. La capienza andrà adeguata alla necessità minima di 10mila spettatori, di cui almeno due terzi a sedere, tutti al coperto. 

Il palazzetto dello sport sarà composto di una palestra per eventi sportivi per almeno 3000 spettatori, una palestra multifunzionale e palestre dedicate a discipline specifiche. Anche in questo caso è previsto l’allestimento di spazi funzionali a ogni tipo di necessità correlata all’attività sportiva. Oltre al basket e alla Pallavolo, la palestra potrà ospitare gare di badminton, boxe, arti marziali, tennis tavolo, scherma, ecc., oltre che eventi extra sportivi come concerti indoor. 

Il Municipio ha anche approvato il concetto di un polo amministrativo unitario per i servizi cittadini, quale componente del Progetto Nuova Amministrazione. Il cittadino troverà dunque in unico stabile gli uffici amministrativi e tutti gli sportelli dell'amministrazione, facilmente accessibili e dove svolgere qualsiasi pratica.

Per rendere il progetto attrattivo per un finanziamento nella forma di un partenariato pubblico-privato (PPP) sarà inoltre data la possibilità di realizzare contenuti accessori generatori di reddito. Si pensa ad esempio a uffici (non destinati alla Città), strutture residenziali, ristorazione, commerci, attività legate al fitness e alla salute, un asilo nido, un autosilo sotterraneo, spazio all’aperto per eventi.

Come detto, si parla anche di un nuovo centro sportivo al Maglio e il Comune di Canobbio – dove esso sorge - ha già espresso il suo interesse. 

Tutti i dettagli questa sera alle 18.45 nel Tg di Teleticino 

Redazione | 12 ott 2017 16:11

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'