Accedi
Commenti 4

Il PPD vuole attirare le società marittime

Il partito propone l'introduzione dell'imposta sul tonnellaggio. "Il Ticino potrebbe fare da apripista"

Nell’ambito della riforma fiscale e sociale il PPD ticinese propone "con convinzione" l’introduzione della tassa sul tonnellaggio.

"Una misura questa già consolidata in numerosi Stati e accettata a livello internazionale sia dall’OCSE sia dall’UE" spiega il PPD in un comunicato odierno. "Si tratta di una riforma di imposizione speciale per le società marittime che permetterebbe al Ticino di fare da apripista in Svizzera, in un settore economico che potrebbe generare fino a 40 milioni di maggiori entrate per la Confederazione."

"Questo è il Ticino che desideriamo: pioneristico e propositivo, impegnato ad attrarre nuove aziende e a creare posti di lavoro qualificati senza intaccare il gettito fiscale cantonale" scrive il PPD. "Il nostro Cantone, grazie alla sua vicinanza con il mar Mediterraneo, è la regione che maggiormente potrà beneficiare di questo regime fiscale."

Il PPD, "visti i molteplici vantaggi per il Ticino", propone quindi di inserire l’imposta sul tonnellaggio nella Legge tributaria cantonale.

Redazione | 12 ott 2017 12:22

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'