Accedi
Commenti 15

Breggia, "Ho speso tutto"

Il 63enne ha ammesso di aver sottratto 110mila franchi dalla casse comunali

L’ex contabile del Comune di Breggia, finito in manette lo scorso 21 settembre, sta collaborando con gli inquirenti e ha già riconosciuto di avere sottratto, in un lasso di tempo di alcuni mesi - forse un anno - circa 110mila franchi dalle casse comunali.

Stando a quanto riferisce il Corriere del Ticino, la Magistratura non esclude però che l’importo possa essere più elevato e che parte di esso sia ancora in possesso del 63enne, che ha cessato la propria attività poco prima di venire scoperto.

L’ex dipendente comunale ha già negato, affermando di aver speso tutto. Resta ora da accertare come li abbia spesi. Intanto nei suoi confronti, il Giudice dei provvedimenti coercitivi ha disposto otto settimane di carcerazione preventiva.

L’uomo, ricordiamo, alle elezioni dello scorso anno figurava quale candidato a Mendrisio, sia per il Municipio sia per il Consiglio comunale, sulle liste del gruppo Lega/UDC/Indipendenti.

Tutti i dettagli nell’edizione cartacea del Corriere del Ticino in edicola oggi

Redazione | 5 ott 2017 06:25

Articoli suggeriti
In manette per appropriazione indebita. Nuovo caso di malversazioni che coinvolge un ente pubblico ticinese?
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'