Accedi
Commenti 3

Argo 1 e controlli, parla un ex dipendente

L'ex collaboratore: "C'erano sempre cose non chiare: sembravano più visite di cortesia che controlli veri e propri"

"Erano controlli preannunciati. Veniva solo detto che arrivava magari il signor Scheurer, si ritrovavano e si richiudevano in una stanza. Non sono a conoscenza di quello che parlavano. Ma sembravano più controlli amichevoli che un controllo vero e proprio (..) Sapevamo già di chi si trattasse. Lo si accoglieva e poi insieme al capitano (ndr. Sansonetti) andavano a parlare magari in cucina, dove non erano disturbati".

Così racconta ai microfoni di Teleticino un ex dipendente della Argo1. Per l’agenzia di sicurezza aveva lavorato quasi dal principio, dai tempi in cui neppure si chiamava così: dal settembre 2014 fino alla primavera del 2016. L'uomo è un fiume in piena e dice che mai, in un anno e mezzo passato tra i centri per richiedenti l’asilo di Lumino, Camorino e Rivera, qualcuno dal DSS era arrivato senza che il titolare Marco Sansonetti lo sapesse. E dal Cantone ad arrivare era sempre il capoufficio Renato Scheurer.

Eppure l’ex capo divisione Claudio Blotti qualche mese fa aveva dichiarato l’esatto contrario. I controlli a sorpresa c’erano, eccome. Parole che figurano nero su bianco nei verbali della Sottocommissione di vigilanza, sottolinea il direttore del DSS Paolo Beltraminelli. C’erano inoltre riunioni pianificate, spiega a Teleticino il Consigliere di Stato, per verificare l’andamento del lavoro. Ma sono altra cosa.

Tant’è: dopo mesi di polemiche, prese di posizione e scoop giornalistici la confusione attorno alla vicenda Argo1 ormai è totale. Lavoro nero, sotto organico, agenti di sicurezza senza permesso, riciclaggio, frode fiscale, intimidazioni e violenze. Tutti fatti al vaglio della magistratura che, dovessero venire confermati, rimanderebbero ad un’unica domanda, una soltanto: “Come è stato possibile non rendersene conto?"

Beltraminelli la sua risposta l’ha data a Teleticino: “In due anni e mezzo di lavoro, abbiamo ricevuto soltanto lodi sulla Argo 1. Non uno straccio di lamentela, neppure da parte dei comuni o della polizia” conclude.

Ma i dipendenti, che qualcosa non andasse per il verso giusto, lo avevano capito. "C'erano sempre alcune cose non chiare" racconta ancora l'ex dipendente. "Come le ore di lavoro, il fatto che l'amministratore della società figurava nei turni di lavoro, ma non l'ho mai visto una volta in servizio. Penso non abbia fatto neanche 10 minuti in servizio".

L'intervista integrale nel servizio di Teleticino 

ClaRo | 2 ott 2017 19:00

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'