Accedi
Commenti 14

Cassis, "un giorno nero per tutti gli assicurati"

Nel PS c'è chi è deluso per l'elezione del ticinese in Consiglio federale. "Il PLR ha remato contro Moret"

Serpeggia delusione tra i commenti rilasciati dai parlamentari socialisti sull'elezione del ticinese Ignazio Cassis in Consiglio federale.

La maggior parte del gruppo parlamentare PS ha sostenuto gli altri due candidati, Isabelle Moret e Pierre Maudet. Una dispersione dei voti che non ha permesso ai socialisti di impedire l'accesso in Governo a colui che viene visto come il lobbista delle casse malati.

"Non posso nascondere che sono deluso" ha dichiarato il consigliere nazionale Jean Christophe Schwaab al portale watson.ch. "Cassis è l'uomo delle casse malati. È un giorno nero per tutti gli assicurati della Svizzera."

Il vodese sostiene che pur avendo presentato tre candidati, i vertici del Partito liberale radicale avessero già deciso su quale dei tre puntare. "Trovo piuttosto atroce come il PLR ha scaricato la sua candidata Isabelle Moret" ha affermato il parlamentare vodese. "Per fortuna ha fatto un buon risultato al primo turno. Ma ci sono forti indizi che i vertici del PLR abbiano remato contro di lei."

Schwaab ha poi ribadito che con Cassisi "il Consiglio federale si sposterà a destra, questo è indiscutibile."

"Mi rallegra per contro che l'UDC ha finalmente riconosciuto che anche i naturalizzati svizzeri possono essere eletti in Consiglio federale" ha concluso il consigliere nazionale socialista.

Redazione | 20 set 2017 10:48

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'