Accedi
Commenti 12

Cena a Bormio, è inchiesta amministrativa

Il Governo ha aperto un incarto nei confronti della funzionaria del DSS legato alla vicenda Argo 1

Nuovi sviluppi sul caso Argo 1. Il Consiglio di Stato ha aperto un’inchiesta amministrativa nei confronti della funzionaria del DSS, accusata di aver accettato una cena, offerta per due a Bormio per un totale di 150 euro, dal titolare dell'agenzia di sicurezza Marco Sansonetti.

La donna, ricordiamo, è stata sentita venerdì dalla procuratrice pubblica Fiorenza Bergomi in qualità di imputata nell'ambito della vicenda Argo 1 e ha già espresso al Governo l'intenzione di collaborare per chiarire la sua posizione. Nei suoi confronti la Procura non ha ravvisato elementi di rilevanza penale. 

Tutti i dettagli questa sera alle 18.45 nel Tg di Teleticino, con le spiegazioni del presidente del Governo Manuele Bertoli 

 

 

 

 

Redazione | 19 set 2017 15:17

Articoli suggeriti
Il partito vuole chiarezza sulle pratiche "inaccettabili" dell'agenzia di sicurezza e per ristabilire fiducia nelle istituzioni
In esclusiva, la lettera del Procuratore Generale l'assenza di elementi a carico della funzionaria del caso Argo 1
Lo ha confermato la compagna di Dadò in Procura. Intanto spuntano 8'000 ore pagate in nero dalla Argo 1
Fatture alla mano, Fiorenzo Dadò fa luce sul soggiorno a Bormio: "La funzionaria era mia ospite"
Nel 2014 Il titolare dell'azienda di sorveglianza avrebbe in parte offerto un soggiorno a lei e al suo compagno
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'