Accedi
Commenti 48

'Ma quale accordo segreto! Solo rassicurazioni al Vescovo'

Siccardi e Guerra smentiscono le accuse del comitato contro l'iniziativa sulla civica a scuola: "Tutto in trasparenza"

Non si è fatta attendere la replica dei sostenitori dell'iniziativa per l'insegnamento della civica a scuola, accusati dal comitato dei contrari di aver stretto accordi con esponenti del mondo cattolico per salvaguardare le ore di religione in classe. Per saperne di più clicca qui

Alberto Siccardi, tra i membri del comitato degli iniziativisti, smentisce duramente: "E' assurdo pensare che possiamo aver fatto qualche accordo segreto con la Curia o chi per essa sulle ore di religione a scuola. Ho semplicemente incontrato il Vescovo 3 anni fa rassicurandolo sul fatto che non avremmo mai in alcun modo accettato un compromesso che potesse in qualche modo intaccare l'insegnamento della religione nei programmi scolastici. Da quel momento non ho più incontrato il Mons. Lazzeri, al quale non mi sarei mai permesso di fare certe proposte. Peraltro questa è una posizione che era nota da tempo, dal momento che c'è un rapporto di Michele Guerra che parla chiaro e non lascia adito a dubbi sulle nostre intenzioni".

Il deputato Michele Guerra, chiamato in causa dal comitato dei contrari come il mittente delle mail agli esponenti del mondo cattolico, replica: "Ma che complotto?! È noto e arcinoto che con alcuni fautori del SI alla civica ho lavorato per impedire che questa materia nuova andasse a scapito dell'ora di religione (c'è chi lo proponeva). È pure scritto nel mio rapporto che ho voluto evitarlo e non è un mistero la mia difesa delle tradizioni".

Chi l'accusa ha mostrato una mail firmata di suo pugno...
Ho mandato questa mail unicamente a due amici di famiglia che per scelta loro sono preti (altro che mondo cattolico!) con cui parliamo regolarmente di politica, religione e società. Il modello misto sulla religione, che io sostengo, entrerà in vigore semplicemente perché c'è una maggioranza nota ed arcinota (è pure stata depositata un'iniziativa a nome di a maggioranza dei gruppi). Dovesse passare il NO alla civica, semplicemente non sono certo che la maggioranza regga. Ed a quel punto si ridiscuterebbe tutto. Speriamo si riesca in ogni caso a salvarlo.

MS

Redazione | 14 set 2017 09:27

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'