Accedi
Video in elaborazioneCommenti 3

"Non vogliamo l'elemosina"

"Il prezzo che avete proposto per acquistare i miei terreni a Lugano Airport sono da elemosina". A dirlo è Dario Kessel in una lettera di fuoco al Municipio di Lugano

Per rilanciare l’aeroporto di Agno non si deve privare Dario Kessel dei suoi introiti. Il prezzo di acquisto dei suoi terreni proposto dal Municipio di Lugano è da elemosina.

Inizia più o meno così la lettera di fuoco inviata alcuni mesi fa dal legale di Dario Kessel al Municipio di Lugano, ma di cui si viene a conoscenza solo oggi.

Kessel, proprietario di alcuni terreni in zona aeroportuale, vuole vederci chiaro sull’acquisto da parte della città, di diversi fondi, tra cui i suoi, per rilanciare lo scalo. Nella missiva scritta dal suo legale, l’avvocato Rossano Guggiari, si legge che dal messaggio municipale per il rilancio dello scalo risulterebbe l’intenzione da parte dell’Esecutivo di acquistare o meglio espropriare i fondi di proprietà di Kessel.

"Il rilancio di una struttura che dal 2006 al 2014 ha subito una riduzione sia di movimenti che come traffico passeggeri non può avvenire attraverso la sottrazione ai privati di immobili e introiti" scrive Guggiari. Inoltre, continua il legale, risulta poco chiaro il valore dei terreni calcolato dal Municipio, dato che la proposta di acquisto di circa un milione di franchi risulterebbe un prezzo inaccettabile e fuori mercato. Questo dato che anni fa in un atto notarile con l’Esecutivo è stato fissato un valore di 6.2 milioni di franchi e non l’elemosina, ricorda il legale.

Prima di ogni ulteriore passo, Kessel chiede dunque un incontro con il Municipio e i responsabili di Lugano Airport per poter trattare la questione. La lettera termina qui, ma non la polemica. Sì perché, come ultima richiesta Kessel invita l’Esecutivo a consegnare la lettera a tutti i consiglieri comunali, dato che saranno loro ad esprimersi sul messaggio municipale.

Ma la missiva negli ultimi due mesi non ha mai lasciato i cassetti dell’Esecutivo di Palazzo Civico, salvo pochi giorni fa dopo una nuova richiesta da parte dei legali di Kessel.

Guarda il servizio TG di TeleTicino

 

CFini

Redazione | 2 ago 2017 18:45

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'