Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 76

Marcia tra Como e Chiasso: "Sbaglia chi parla di flop"

Solo una ventina di partecipanti alla manifestazione di sabato. Ma secondo don Giusto Della Valle "è stata utile"

Solo stati davvero in pochi - circa una ventina - ad aver risposto presente all'appello lanciato dalla Gioventù socialista svizzera (GISO) ed essersi presentati sabato pomeriggio a Como per la marcia in direzione di Chiasso.

Una marcia che era stata indetta con lo scopo di "manifestare la propria solidarietà con le migranti ed i migranti" e di "protestare contro gli abusi perpetrati sulle loro spalle da parte delle Guardie di confine e dalle forze di Polizia ticinesi", come spiegava la stessa GISO (vedi articoli suggeriti).

Vista la scarsa partecipazione, in molti hanno parlato di fallimento. Ma secondo don Giusto Della Valle, presente alla marcia, si tratta di una definizione sbagliata.

"C'erano più poliziotti e carabinieri che partecipanti, ma sbaglia chi parla di flop" commenta sulle pagine de La Regione il parroco di Rebbio, secondo cui l'obiettivo non era quello di radunare le masse bensì di far capire che il problema dei migranti persiste.

Don Giusto Della Valle spiega che, da un paio di settimane, il numero di migranti riamessi dal Ticino all'Italia è di una cinquantina al giorno. E non tutti accettano di essere trasferiti al campo governativo, preferendo trascorrere la notte sotto le stelle. "Sono dati questi che confermano come la manifestazione non è stata un fallimento" dichiara il parroco italiano. "Quando si manifesta per i poveri, per i migranti, per chiedere l'apertura delle frontiere, per l'accoglienza, è sempre utile."

"Non fosse altro perché si richiama l'attenzione sui migranti, si fa capire che il problema continua, anche se non lo si vede" rimarca don Giusto.

E in effetti nonostante lo scarso numero di partecipanti, la manifestazione ha ottenuto una notevole copertura mediatica. E la Gioventù socialista, dal canto suo, sta già valutando di organizzare nei prossimi mesi altre attività a favore dei migranti, affinché non vengano dimenticati.

 

Redazione | 17 lug 2017 07:44

Articoli suggeriti
La Gioventù Socialista ha marciato questo pomeriggio da Como a Chiasso per protestare contro le Guardie di confine
La Gioventù Socialista organizza una manifestazione (non autorizzata), sabato 15 luglio a cavallo del confine
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'