Accedi
Commenti 114

"Il Nano bloccava persino l'autostrada..."

Duro attacco di Fiorenzo Dadò nei confronti di Gobbi e Frapolli sullo sciopero: "Non vi vergognate?"

Nella polemica sullo sciopero si inserisce anche il presidente del PPD Fiorenzo Dadò, che attacca duramente il consigliere di Stato Norman Gobbi e il deputato leghista Gianmaria Frapolli per essersi espressi contro lo sciopero dei lavoratori della NLM, sottolineando che è un "modo non svizzero" di risolvere i problemi (vedi articoli suggeriti).

"Chissà cosa penserebbe il Fondatore della Lega nel vedere come hanno ridotto i suoi ideali" scrive Dadò sul suo profilo Faceboook. "Chissà cosa hanno pensato i 34 operai svizzeri (!) e padri di famiglia licenziati, nel sentirsi trattare così da un politico che si lamenta perché deve (finalmente) pagare la cassa pensione sul suo lauto stipendio pubblico di 240'000 franchi e l'altro che, oltre essere ben remunerato a dirigere un'azienda ben fornita di frontalieri, si becca decine e decine di migliaia di franchi dai diversi consigli di amministrazione pubblici nei quali si è fatto nominare dopo che è entrato in politica...".

"Se c'era ancora il Nano, che tutti noi ben ricordiamo per non aver esitato un secondo a bloccare persino l'autostrada quando si trattava di difendere i diritti dei ticinesi, ve la dava lui la lavatina" prosegue Dadò. "Altro che criticare un misero sciopero e gli operai licenziati!"

"Dovreste provare un po' voi l'ebbrezza e il fremito che si prova nel ricevere di punto in bianco una lettera di licenziamento a 50 anni e una famiglia da mantenere" conclude Dadò.

Redazione | 7 lug 2017 16:36

Articoli suggeriti
L'OCST replica al consigliere di Stato. "Anziché stare dietro alla scrivania, venga a incontrare i 34 scioperanti"
Il consigliere di Stato tuona contro la sinistra sindacale "che fomenta la gente per i propri interessi di bottega"
Il deputato leghista Gianmaria Frapolli si sarebbe scontrato con gli scioperanti: "Andate a lavorare"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'