Accedi
Commenti 12

Mistero sulla buonuscita di Sozzi

Il sindaco Borradori cita una "clausola di non divulgazione". Contrariato Fumasoli: "Abbiamo il diritto di sapere"

Non c'è stato solo il Campo Marzio al centro della seduta di ieri sera del Consiglio comunale di Lugano.

Un altro tema che ha acceso gli animi è stato quello della partenza del direttore di Lugano Airport Alessandro Sozzi, oggetto di un'interpellanza del consigliere comunale Demis Fumasoli (PC), il quale voleva ottenere dal Municipio maggiori lumi sull'accordo di separazione tra le parti (vedi articolo suggerito).

In particolare Fumasoli, sulla base di voci interne allo scalo luganese che parlavano di una buonuscita superiore ai 300'000 franchi, voleva conferme su questo importo nonché sapere come mai fosse stato attribuito al direttore partente.

Ma il sindaco Marco Borradori, rispondendo all'interpellanza, non ha voluto né confermare né smentire l'importo della buonuscita. "Lugano Airport ha stabilito con Sozzi una rescissione consensuale del contratto che prevede una clausola di non divulgazione" ha dichiarato il sindaco, contrariando assai il consigliere comunale comunista.

"Non è possibile che noi consiglieri comunali, o la Città che dell'aeroporto è azionista di maggioranza, non possiamo venire a conoscenza ufficialmente dell'importo" ha replicato Fumasoli. "Abbiamo il diritto di sapere."

Un appello rimasto però inascoltato che mantiene quindi avvolto nel mistero l'importo della buonuscita destinata a Sozzi.

Intanto sempre ieri sera il Municipio ha reso noto che il presidente del CdA di Lugano Airport Emilio Bianchi ha ufficialmente chiesto alla Città di sostituire i tre membri dimissionari dai vertici dell'aeroporto, vale a dire Giordano Zeli (rappresentante PLR), Luca Bolzani (PS) e Daniele Casalini (Lega).

 

 

Redazione | 5 lug 2017 07:53

Articoli suggeriti
Demis Fumasoli (PS/PC) interpella il Municipio di Lugano: "Quanto dovranno 'sborsare' i cittadini?"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'