Accedi
Sfoglia la gallery

Sparatoria ad Ascona, 38enne uccisa dal marito

Si è trattato di un delitto passionale: un uomo ha sparato alla moglie prima di tentare il suicidio. Stavano divorziando

Grave fatto di sangue questa mattina in prossimità della Migros di Ascona.

Verso le 9 di mattina sono stati uditi diversi colpi d'arma da fuoco (probabilmente una mezza dozzina) nell'autosilo del supermercato in via Muraccio e un imponente schieramento di agenti di Polizia si è immediatamente recato sul posto. Alcuni testimoni avevano inizialmente pensato a dei petardi ma l'arrivo della Polizia cantonale e della Polizia comunale di Ascona, dei soccorritori del SALVA ha confermato come qualcosa di più grave fosse avvenuto.

La Polizia cantonale ha in seguito confermato che sul posto è stato rinvenuto il cadavere di una donna nonché un uomo gravemente ferito. Sono in corso accertamenti per stabilire cause e modalità di quanto avvenuto. La zona è isolata per permettere i rilievi del caso da parte della Polizia scientifica.

Stando alle prime informazioni un uomo di 54 anni avrebbe sparato con una pistola semiautomatica alla moglie di 38 anni per poi rivolgere l’arma contro se stesso, ferendosi in modo grave. Diversi testimoni affermano di aver sentito delle urla di donna prima degli spari. 

La videocamera di sorveglianza di un vicino negozio ha filmato gli attimi precedenti all'omicidio e il filmato è attualmente al vaglio della Polizia.

Aggiornamento delle 12:00
Il Ministero pubblico e la Polizia cantonale comunicano che si tratta di due coniugi in fase di separazione. La donna è deceduta sul posto a causa delle gravi ferite riportate. Il 54enne dopo le prime cure ricevute dai soccorritori del SALVA è stato trasportato all'ospedale in elicottero. L'ipotesi di reato nei suoi confronti è di omicidio. Al momento non vi sono altre persone coinvolte nei fatti.

L'inchiesta è coordinata dal Sostituto Procuratore generale Antonio Perugini.

Guarda le foto nella gallery

 

 

Redazione | 23 giu 2017 09:14