Accedi
Commenti 7

Trasportò 102 clandestini, condannato

26 mesi per il passatore palestinese, che ha trasportato illegalmente migranti passando dal valico di Indemini

26 mesi da espiare, con il divieto di rimettere piede in Svizzera per i prossimi 8 anni. Questa la sentenza pronunciata poco fa dalla Corte delle Assise Criminali di Locarno, presieduta dal giudice Marco Villa, nei confronti di un passatore responsabile di aver trasportato illegalmente 102 profughi dall'Italia alla Svizzera. 

La Corte lo ha riconosciuto colpevole dei reati di usura per mestere e infrazione alla Legge federale sugli stranieri per aver trasportato clandestini in 19 occasioni tra il 2014 e il 2016. L'uomo raccoglieva le sue prede in Italia per portarle in Svizzera interna, quasi sempre passando in auto dal valico di Indemini, dove lo scorso 13 ottobre è stato arrestato.

L'accusa, rappresentata dalla procuratrice pubblica Pamela Pedretti, aveva chiesto nei suoi confronti 2 anni e 7 mesi da espiare, oltre all'espulsione dal paese e una multa di 3.000 franchi. La difesa, patrocinata dall'avvocato Sabrina Aldi, aveva chiesto una sensibile riduzione della pena in virtù della collaborazione dimostrata dall'imputato in fase d'inchiesta, avvalorando la tesi che il 33enne fosse una pedina nelle mani di un'organizzazione criminale ben più ampia. 

 

 

 

Redazione | 19 mag 2017 13:53

Articoli suggeriti
A processo un 33enne palestinese arrestato ad Indemini. "Eseguivo gli ordini di un'organizzazione criminale"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'