Accedi
Commenti 83

Blue Whale, "un caso anche in Ticino"

Una giovane ragazza ticinese è stata segnalata alla Polizia cantonale. Nel mondo i morti sarebbero già 157

Sarebbe approdato anche in Ticino il folle gioco "Blue Whale", portato alla luce da un servizio giornalistico andato in onda sul noto programma "Le Iene".

In sostanza i ragazzi, tutti giovanissimi tra i 13 e i 17 anni, vengono spinti al termine di questo gioco a suicidarsi. E tra le persone che avrebbero abboccato vi sarebbe anche una giovane ticinese, secondo quanto scrivono i deputati PPD Giorgio Fonio e Claudio Franscella in un'interrogazione presentata oggi al Consiglio di Stato.

"Chi aderisce a questo "gioco" riceve dei compiti da svolgere giornalmente da parte di un curatore che adesca i giovani tramite i social network" spiegano Fonio e Franscella. "Le sfide vanno dalla semplice pubblicazione di un disegno, una balena blu, all'autolesionismo. L'ultimo compito assegnato ai giovani adolescenti è folle. Viene ordinato loro di salire sul più alto edificio della città e di buttarsi nel vuoto. In Russia i giovani morti suicidi a causa di questo "gioco" secondo le prime informazioni sarebbero già 157. Sembrerebbe che il Blue Whale abbia già raggiunto anche Francia e Gran Bretagna."

"Sulla problematica si sta chinando pure il Parlamento Europeo grazie ad un'interrogazione presentata dall'europarlamentare Nuno Melo (PPE)" proseguono i due deputati PPD. "Nel suo atto Melo scrive che "morti sono stati registrati in Brasile e in Russia. Ci sono sospetti che il gioco sia già in corso in Ucraina, Romania, Spagna, Portogallo e Francia". Preoccupato dal propagarsi del fenomeno Blue Whale, Melo ha chiesto nel suo atto quali "informazioni possiede la Commissione Europea sull'argomento e cosa può fare l'Unione Europea per proteggere i giovani europei dato il rischio che questo gioco rappresenta"."

"In Svizzera per il momento si registra un solo caso confermato nel Canton Vaud come riportato da Le Nouvelliste" scrivono Fonio e Franscella. "Gli inquirenti stanno indagando un altro caso riguardante un'adolescente di Fully, in Vallese. La ragazza presenterebbe le ferite tipiche del gioco mortale."

"Per quanto riguarda il Ticino, ci è stato segnalato un presunto caso riguardante una giovane" proseguono i due deputati. "Numerosi cittadini hanno segnalato prontamente alla Polizia Cantonale il profilo facebook dell'adolescente allo scopo di verificare e se del caso aiutare la ragazza."

"Considerata la delicatezza del tema e la sua pericolosità riteniamo urgente e prioritario aprire una discussione sul tema affinché le Istituzioni possano predisporre tutte le misure per tutelare la salute e la vita dei nostri giovani" aggiungono Fonio e Franscella, che pongono quindi le seguenti domande al Governo:

-Quali informazioni possiede il Consiglio di Stato sul tema?

-Si sono già registrati nel nostro Cantone episodi riconducibili al gioco della morte?

-Come intende agire il Consiglio di Stato per tutelare la salute dei nostri giovani da questo folle "gioco"?

Redazione | 17 mag 2017 07:34

Articoli suggeriti
Fa discutere il 'gioco' online che spingerebbe i ragazzini a suidicarsi, approdato di recente anche in Ticino
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'