Accedi
Commenti 36

PLR: "Almeno lui non ha commesso alcun reato..."

Il partito prende posizione sulla polemica lanciata da Bosia Mirra sull'asta delle targhe. "Persa l'occasione per tacere"

Il Partito liberale radicale torna oggi sulla polemica lanciata da Lisa Bosia Mirra nei confronti di Nicholas Colombo - il 31enne di Canobbio che ha sborsato 80'000 franchi per accappararsi l'ambita targa "TI 9" e che per questo motivo è stato accusato dalla deputata socialista di "insulto ai poveri" - prendendo la parte di quest'ultimo.

In un breve articolo pubblicato su Opinione Liberale, il PLR sostiene che Bosia Mirra "ha decisamente perso l'occasione per tacere".

"In effetti almeno l'acquirente non ha commesso alcun reato, anzi, mentre lei..." aggiunge il PLR, ricordando a sua volta che il ricavato dell'asta delle targhe "viene impiegato per le campagna di prevenzione degli incidenti."

Redazione | 12 mag 2017 10:57

Articoli suggeriti
Nicholas Colombo risponde alle polemiche: "Ci sono rimasto male. I soldi vanno a una buona causa"
Per Gobbi i 313'900 franchi incassati ieri servono alla prevenzione, mentre Bosia Mirra parla di "spreco"
L'ultima asta tradizionale, che ha avuto luogo questa sera a Camorino, ha fruttato in totale 313'900 franchi
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'