Accedi
Commenti 77

Radar di Balerna, la rabbia dei frontalieri

Sei 'vittime' su 10 sono italiane: La Provincia di Como: "Contravvenzioni a raffica, fino a 600 franchi"

Oltre dieci milioni di franchi. Un incasso record quello delle postazioni radar fisse ticinesi nel corso del 2016. E il maggior ‘contribuente’ è stato proprio il radar di Balerna, che in soli sei mesi ha fatto affluire ben 8 milioni nelle casse del Cantone. Oltre le più rosee aspettative.

Ma se il Cantone può tirare un sospiro di sollievo, altrettanto non si può dire per i ‘contribuenti’ immortalati dalla nuova apparecchiatura. La maggior parte dei quali sono cittadini italiani (il 59% dei multati), quasi a confermare la spesa record di 190'000 franchi per l’invio delle contravvenzioni, molte delle quali, appunto, recapitate all’estero.

Come riferisce La Provincia di Como, ad avere il dente avvelenato con quella che è stata definita “una macchina macina-franchi” sono proprio i frontalieri, che utilizzano quel tratto per rincasare. Da tempo, si legge sul quotidiano comasco, i frontalieri lamentano contravvenzioni “a raffica” che a volte hanno toccato anche quota 600 franchi. Il radar "rappresenta la porta d'accesso" al valico doganale di Chiasso Brogeda, si legge, "e questo la dice lunga su chi siano i destinatari - soprattutto lontani da ferie o fine settimana festivi". Dopo gli strali contro i controlli a sorpresa di Ponte Tresa dello scorso 10 aprile, quindi, ecco in arrivo una nuova polemica transfrontaliera.

Da parte italiana giungono anche lamentele sul metodo di pagamento. "Se il conducente viene fermato immediatamente dopo aver commesso l'infrazione, deve effettuare il pagamento diretto o al massimo entro le 48 ore seguenti", oggetto, questo, di polemiche "vista la disparità di trattamento rispetto all'Italia, dove per la riscossione di contravvenzioni ad automobilisti stranieri bisogna affidarsi a società di recupero crediti che trattengono una percentuale di quanto incassato".

Redazione | 18 apr 2017 13:51

Articoli suggeriti
La maggior parte delle multe emesse dalla stazione di Balerna. Registrate spese extra nell'invio delle multe
Lunedì la Polizia cantonale "ha stabilito un record mondiale", secondo La Prealpina. "Sembrava di essere in un film"
Otto agenti si sono piazzati sulla Cantonale nell'orario della colonna. "È una ritorsione contro gli italiani!"
La Polizia cantonale ha comunicato oggi le cifre dei controlli sulla A2. Il più veloce andava a 199 km/h
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'