Accedi
Commenti 117

80 aliquote a Bosia Mirra

Emesso un decreto d'accusa nei confronti della deputata. Almeno 9 i viaggi. "Non mi piego e non mi spezzo"

La procuratrice pubblica Margherita Lanzillo ha emesso un decreto d'accusa nei confronti della deputata socialista Lisa Bosia Mirra, proponendo una condanna a 80 aliquote giornaliere, sospesa condizionalmente per due anni.

Bosia Mirra, ricordiamo, era stata fermata il 1° settembre dalle Guardie di confine nei pressi del valico di confine di San Pietro di Stabio, poco dopo che aveva fatto entrare illegalmente in Svizzera quattro migranti africani, in collaborazione con un 53enne bernese. Nel corso degli interrogatori la 43enne aveva poi ammesso di aver effettuato in precedenza almeno cinque viaggi simili. L'inchiesta ha infine appurato che i viaggi sono stati almeno nove, tra l'agosto e il settembre 2016, con diverse modalità.

La donna è stata ritenuta colpevole di ripetuta incitazione all'entrata, alla partenza e al soggiorno illegale secondo la Legge federale sugli stranieri, e condannata alla pena pecuniaria di 80 aliquote giornaliere. Non è quindi stata riconosciuta l'attenuante umanitaria. L'esecuzione della pena è stata sospesa condizionalmente per un periodo di prova di 2 anni e nei suoi confronti comminata pure una multa, oltre al pagamento delle spese giudiziarie.

Bosia Mirra, difesa dall'avvocato Pascal Delprete, ha ora la possibilità di opporsi al decreto d'accusa, ciò che ha già annunciato di voler fare (vedi suggeriti). Il caso finirà quindi in Pretura penale.

Proprio ieri sulla sua pagina Facebook la deputata socialista aveva pubblicato un post dal sapore profetico: "Che sia chiaro, comunque vada continuerò a battermi per ciò in cui credo che è semplice e elementare: Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. E siccome sono dotati di ragione e di coscienza devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza. Non mi piego e non mi spezzo."

 

 

Redazione | 13 apr 2017 10:03

Articoli suggeriti
L'MPS esprime solidarietà alla deputata socialista. "La sua è stata una risposta adeguata e necessaria"
La notizia del decreto d'accusa approda anche a Como: "Questa città le deve molto"
La deputata socialista si esprime sul decreto d'accusa del Ministero e afferma: "Per ora non mi dimetto"
Il PS deve ancora valutare il decreto d'accusa a carico di Bosia Mirra, ma "di principio" sostiene l'opposizione
Bosia Mirra contesta il decreto d'accusa. "Chiedo che siano assunte tutte le prove rifiutate dal Pubblico Ministero"
Poggi ha esibito davanti al tribunale un cartello per denunciare una presunta disparità di trattamento
La deputata ha ricevuto oggi un premio per i diritti umani. "La solidarietà deve vincere sull'egoismo". FOTO
Solo 3'000 euro di multa per l'uomo che trasportò 200 migranti dall'Italia alla Francia. "Motivi umanitari"
La deputata socialista potrebbe essere dichiarata 'non punibile' avendo agito per motivi umanitari
La granconsigliera ticinese è stata contestata durante un incontro a Como. Non ha potuto parlare e se n'è andata
Bosia Mirra replica all'ex sindaco di Lugano: "Ha mai fatto qualcosa di concreto per i migranti?"
Giorgio Giudici tuona contro la deputata socialista: una "nullità per il paese" che è "presentata come una martire"
Il PS si congratula con la sua deputata per l'attribuzione del premio "Alpes ouvertes" 2017
I Giovani UDC scrivono alla deputata socialista: "Atteggiamento infantile, il Gran consiglio non è posto per persone come lei"
Lisa Bosia Mirra commenta il dietrofront del Governo sulle espulsioni e la situazione dei migranti al confine
La deputata ha aiutato più volte i migranti a varcare la frontiera. E la lista degli indagati potrebbe allungarsi
In apertura di seduta, la Lega ha chiesto che la socialista venga sostituita da "un collega più degno"
La deputata indagata spiega che affronterà la seduta di oggi del Gran Consiglio "con il sorriso a chiappe strette"
Il capogruppo PS Ivo Durisch sostiene che la presenza in Parlamento della deputata indagata "non è un problema"
Lisa Bosia Mirra vuole tornare in Gran Consiglio. Per l'inchiesta nei suoi confronti ci vorrà ancora tempo
L'autista del furgoncino nel quale viaggiavano i 4 migranti è stato liberato. Anche lui risulta sempre indagato
L'eco del fermo della deputata socialista ha fatto il giro del mondo. Anche un sito ungherese ha riportato la notizia
La deputata, difesa dall'avvocato Pascal Delprete, avrebbe più volte infranto la legge ma "per motivi umanitari"
La donna resta tuttora indagata per favoreggiamento all'entrata illegale
Giungono le prime reazioni al fermo della deputata. Tra chi invita a seguirne l'esempio e chi a non offenderla
La legge prevede fino a un anno di carcere. O fino a cinque anni se il passatore ha agito per un'organizzazione
La 43enne stava cercando di far entrare 4 migranti in Svizzera. Oggi il giudice deciderà se confermarne l'arresto
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'