Accedi
Commenti

Trascinato dal treno: la vittima potrebbe essere svizzera

Un uomo è morto sulla linea Chiasso-Milano. È rimasto incastrato nella porta e trascinato per più di 4 chilometri

Nel pomeriggio di martedì un uomo è morto dopo essere rimasto incastrato con un piede nella porta durante la chiusura e dopo essere stato trascinato per più di 4 chilometri da un treno regionale.

Il convoglio, che operava sulla linea Chiasso-Milano, era appena arrivato alla Stazione di Albate Camerlata e, stando alla prime ricostruzioni della Procura di Como, la vittima sarebbe rimasta incastrata con un piede nella porta. L’uomo è morto dopo che il treno, ripartendo, lo ha trascinato per quasi tutta la lunghezza della banchina del binario 2, poi sullo sterrato e ancora per i quattro chilometri di binari, fino alla stazione di Cucciago.

Il corpo, riferisce La Provincia di Como, non ha ancora un’identità e si sta cercando di risalire a un nome e un cognome attraverso le impronte digitali. Sui binari è stata trovata la fotocopia di un documento di un cittadino italo-svizzero.

Al momento non è però possibile capire con esattezza se il documento appartenesse alla vittima. La segnalazione è però stata estesa anche al Canton Ticino per verificare l’eventuale presenza di persone scomparse.

Redazione | 13 apr 2017 09:25

Articoli suggeriti
Lo chiede il consigliere PD Luca Gaffuri dopo che un uomo, forse un migrante, è morto trascinato da un treno
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'