Accedi
Commenti 105

Multati 90 motociclisti a Ponte Tresa

Otto agenti si sono piazzati sulla Cantonale nell'orario della colonna. "È una ritorsione contro gli italiani!"

Ben 90 contravvenzioni sono state comminate lunedì mattina tra le 6 e le 9 a Ponte Tresa nell'ambito di un'operazione di controllo sui motoveicoli.

Otto agenti di Polizia si sono piazzati sul lungolago, all'altezza del Tresa Bay, e hanno controllato tutti i veicoli a due ruote diretti verso Lugano.

Complice l'orario mattutino, l'infrazione maggiormente riscontrata è stata quella del superamento della colonna ferma. Ma la Polizia cantonale ci spiega che sono state emesse contravvenzioni anche per motoveicoli difettosi e conducenti non in regola (pneumatici lisci, scarichi non regolamentari, documenti, licenze di circolazione e licenze di condurre e altre infrazioni).

Manco a dirlo, l'operazione ha suscitato malumori tra i motociclisti multati (in gran parte frontalieri) e un certo stupore tra i passanti, alcuni dei quali hanno definito "esagerato" il dispositivo messo sul campo dalla Polizia. C'è chi ha accusato i poliziotti di voler solo "far cassetta" e c'è addirittura chi ha ipotizzato si sia trattato di una ritorsione contro gli italiani, vista la provenienza di gran parte dei multati.

Nulla di tutto ciò. La Polizia cantonale precisa che si è trattato di una normalissima operazione, una di quelle che vengono ripetute salturiamente su tutto il territorio del Cantone a tutela della sicurezza stradale.

Andrea Stern

Redazione | 12 apr 2017 11:34

Articoli suggeriti
Lunedì la Polizia cantonale "ha stabilito un record mondiale", secondo La Prealpina. "Sembrava di essere in un film"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'