Accedi
Commenti 303

Aggredì Damiano Tamagni: ora lavora al Civico

L'EOC conferma l'assunzione di uno dei giovani condannati per l'aggressione mortale alla Stranociada

È vera l'indiscrezione lanciata ieri dal Mattinonline: uno dei tre giovani condannati per l'aggressione avvenuta nel febbraio 2008 durante la Stranociada di Locarno, costata la vita a Damiano Tamagni, è stato assunto dall'Ente ospedaliero cantonale.

A confermarlo è lo stesso EOC, interpellato dai colleghi del Corriere del Ticino. Tra i tre giovani condannati, quello in questione fu quello che trascorse meno tempo in carcere, avendo avuto un ruolo minore nell'aggressione. Venne condannato a 30 mesi, ma già dopo 14 mesi fu scarcerato. Tornato in libertà, espresse l'intenzione di voler andare all'estero a studiare le lingue. In seguito è evidentemente tornato in Ticino, dato che ora lavora all'Ospedale Civico di Lugano, in qualità di assistente di cura.

L'EOC spiega che il giovane è stato assunto con un contratto a tempo determinato "nell'ambito di una regolare procedura di selezione, in base alle sue qualifiche professionali e alla sua esperienza acquisita in diverse strutture del settore." L'ente precisa inoltre che "sono state effettuate le consuete verifiche del casellario giudiziale del candidato".

 

 

Redazione | 15 mar 2017 06:45

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'