Accedi
Commenti 87

Un morto sotto il treno a Bellinzona

Un incidente ferroviario ha funestato l'apertura del Rabadan. Grossi disagi in stazione: "Mi hanno calpestata!"

Una persona è deceduta nell'incidente avvenuto questa notte poco dopo la una all'interno della galleria ferroviaria tra Bellinzona e Giubiasco.

Lo conferma la Polizia cantonale. Per cause che l'inchiesta dovrà stabilire, tre persone, due 20enni e un 26enne cittadini italiani residenti nel Comasco stavano attraversando i binari mentre transitava un treno in direzione nord. Uno dei due ventenni è stato investito dal treno rimanendo ucciso mentre il 26enne è rimasto ferito in modo non grave e l'altro 20enne è rimasto illeso.

Sul posto la Polizia cantonale, la Croce Verde di Bellinzona, i pompieri di Bellinzona e la Polizia della città di Bellinzona.

A quanto pare i tre giovani stavano attraversando la galleria con l'intento di entrare gratis nel villaggio del Carnevale.

Numerose le persone di rientro dal Rabadan che sono rimaste bloccate in stazione, alcune delle quali hanno espresso grande malcontento.

"Sono rimasta sconvolta" racconta una nostra lettrice. "Non per il carnevale in se, ma per il viaggio in treno. Alle 4 del mattino hanno bloccato la stazione, io ero in fila per prendere il treno. Quando è arrivato hanno aperto i cancelli. La gente mi ha letteralmente calpestata, al punto che sono caduta per terra. Ero con un'amica e con il mio compagno, che ha alzato di peso tutte e due. Senza di lui non lo so come sarebbe andata, perché le persone in fila ci stavano letteralmente camminando sopra."

"La situazione era veramente un delirio a Bellinzona" afferma un altro lettore. "Ho visto ragazze spaventate che piangevano. Non sta certo a me dire come gestire una situazione del genere. Ma da persona che l'ha vissuta, posso dire che probabilmente non era il modo corretto."

 

Redazione | 24 feb 2017 05:48

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'