Accedi
Commenti 30

L'uomo fermato è l'ex marito di Anna Oxa

Il 36enne caposquadra dell'agenzia di sicurezza di Cadenazzo è un personaggio ben noto nel mondo del gossip

È un personaggio noto alle cronache mondane, il 36enne caposquadra dell'agenzia di sicurezza Argo 1 SA di Cadenazzo fermato con le accuse di usura, sequestro di persona, atti di violenza nei confronti di almeno un richiedente l'asilo e infrazioni nel pagamento dei salari (vedi articoli suggeriti).

L'uomo, cittadino svizzero di origini brindisine, è infatti stato il quarto marito della cantante Anna Oxa, per la quale in precedenza aveva lavorato come bodyguard. Lo riferisce La Regione, precisando che i due si erano sposati nel 2006 a Cantù, quando lui aveva 26 anni e lei venti di più. Nel gennaio 2009 l'uomo annunciò di aver lasciato la famosa moglie e di aver avviato un'attività nel mondo dell'alta finanza in Svizzera. In effetti a Registro di commercio figurava una sua società, che però è stata cancellata a fine 2015. In seguito l'uomo era passato alla Argo 1 SA, nella quale sulla carta rivestiva il ruolo di caposquadra, ma in realtà fungeva da titolare.

Era lui a impartire ordini ai dipendenti e a intervenire di persona in occasione di tensioni nei centri profughi in cui operava l'agenzia di sicurezza, con metodi a quanto pare discutibili, tanto che già da tempo la Polizia cantonale lo teneva sott'occhio.

E ieri tra le 13 e le 13.30 gli agenti sono andati a cercarlo al suo domicilio di Arbedo e gli hanno messo le mani ai polsi. L'uomo, ricordiamo, è indagato per le ipotesi di reato citate in apertura di articolo, ma non per terrorismo, accusa mossa invece nei confronti del 32enne svizzero-turco dipendente della Argo 1 SA arrestato ieri.

Redazione | 23 feb 2017 06:20

Articoli suggeriti
I poliziotti sono finiti nel mirino della giustizia per il trattamento riservato a un asilante minorenne
Nesso tra l'operazione antiterrorismo e l'arresto di Camorino. Il presunto reclutatore lavorava per la ditta di sicurezza
Oltre 100 funzionari di Polizia hanno condotto oggi due vaste operazioni. Perquisito anche un luogo di preghiera
Fermato oggi un 36enne svizzero, titolare di una ditta di sicurezza con sede nel Bellinzonese
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'