Accedi
Commenti

Alla sbarra un avvocato di Arbedo

L'uomo dovrà rispondere di appropriazione indebita e possesso illegale di armi

Truffa, appropriazione indebita e riciclaggio. Questi i capi d'accusa di cui dovrà rispondere un avvocato di Arbedo, rinviato a giudizio negli scorsi giorni dalla procuratrice pubblica Francesca Lanz. A riferirlo è la Rsi. 

Il legale, arrestato agli inizi del 2016 e nel frattempo già tornato in libertà, verrà processato assieme all'uomo che, con lui, avrebbe aggirato una cittadina italiana.

Nel 2014 la donna gli aveva affidato 270mila euro. Denaro che il legale di Arbedo avrebbe in parte prelevato e in parte utilizzato per tacitare creditori suoi e del suo co-imputato. Lui nega i reati contestatigli, sostenendo di aver seguito le istruzioni dell'amico della vittima e di aver preso dei soldi solo in base a un prestito regolarmente accordatogli.

Durante l'inchiesta sono pure emerse irregolarità che il legale avrebbe commesso ai danni di una coppia (si parla di circa 36mila franchi). L'uomo, già consigliere comunale di Arbedo, dovrà pure rispondere di infrazione alla legge federale sulle armi per aver detenuto illegalmente alcune pistole.

Redazione | 11 gen 2017 19:22

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'