Accedi
Commenti 1

"Mobbing? Il segretario non può autosospendersi"

Il Municipio di Camorino replica a Remo Signorelli, che ritiene di essere vittima di "vessazioni persistenti"

Il segretario comunale di Camorino, Remo Signorelli, non può autosospendersi dalla carica in quanto tale atto non è contemplato dalla Legge organica comunale.

Lo scrive il Municipio di Camorino in una nota stampa riportata da La Regione, con la quale prende posizione sulla raccomandata a mano consegnatagli ieri a mano dal segretario comunale.

Quest'ultimo denunciava di non essere stato informato dell'apertura di un'inchiesta esterna sul suo operato e lamentava "pesanti vessazioni persistenti". Tanto da decidere di autosospendersi.

Dal canto suo il Municipio, all'unanimità, scrive di deplorare il comportamento di Signorelli e si riserva il diritto di prendere ulteriorimente posizione dopo aver verificato la situazione con un legale. Nella nota stampa si legge altresì che la situazione attuale è stata "preceduta da una serie di fatti, azioni e atteggiamenti del segretario nei confronti del Municipio che hanno purtroppo incrinato i rapporti di fiducia." L'Esecutivo precisa infine che, ad ogni modo, "per il momento non è stata aperta alcuna inchiesta amministrativa."

 

Redazione | 11 gen 2017 06:48

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'