Accedi
Commenti 12

Chiusura notturna, ecco i valichi

L'operazione partirà in primavera e durerà 7 mesi. Ancora da chiarire se la chiusura spetterà a Polizia o Guardie

Si comincerà con Novazzano paese, Pedrinate e Ponte Cremenaga. Sono questi i tre valichi minori scelti dalla Confederazione per dare avvio al progetto di chiusura notturna, approvato dalle Camere federali nel 2014 sulla scorta della mozione Pantani.

Lo scorso dicembre, durante l’ora delle domande, il Consiglio federale aveva rivelato che i primi test sarebbero partiti nel 2017. Ora con i tre nomi da Palazzo filtrano anche i primi dettagli.
Il test comincerà in primavera e durerà circa 7 mesi. Un tempo limitato ma sufficiente per capire l’efficacia della misura di sicurezza contenuta nella mozione firmata dalla consigliera nazionale leghista Roberta Pantani.

Chiariti i costi dell’operazione che si aggirano attorno ai 200 mila franchi per valico, rimangono da appianare alcuni punti, in particolare su chi dovrà sostenere la spesa, tra Cantone e Confederazione.
E non da ultimo a chi spetterà il compito della chiusura: polizia o guardie di confine? La decisione non è ancora stata presa. Di sicuro invece si dovrà procedere con la costruzione di un vero e proprio cancello su territorio svizzero, che si aggiungerà alla tradizionale sbarra.

Per quanto riguarda l’orario, le saracinesche scenderanno tra le 22:00 e le 5:00 del mattino, in modo da non ostacolare il traffico frontaliero. Dal profilo giuridico l’operazione, conformemente alle normative Schengen, è stata possibile grazie alla presenza nelle vicinanze di altre dogane, che assicurano la libera circolazione delle persone.

Da noi raggiunto per una reazione, il sindaco di Monteggio Piero Marchesi si dice soddisfatto, considerato che sul territorio comunale vi sono addirittura tre valichi. E che spesso Ponte Cremenaga rappresenta la via d’uscita privilegiata per chi commette furti nella zona.

Sulla falsariga, la posizione del sindaco di Novazzano Sergio Bernasconi: “Anche se a titolo di prova, dice, la chiusura notturna rappresenta un passo avanti”. Soddisfatto anche il sindaco di Chiasso Bruno Arrigoni, che ricorda come la petizione per la chiusura di Pedrinate in soli tre giorni nel 2014 raccolse 250 firme. Ora come detto partiranno i test: a Marcetto, Pedrinate e Ponte Cremenaga.

 

Francesco Pellegrinelli

 

Redazione | 5 gen 2017 18:50

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'