Accedi
Commenti 33

Via Odescalchi: "Basta persone in assistenza"

Dopo i tre fermi e l'incendio, la capo dicastero sicurezza Sonia Regazzoni chiede un incontro con il DSS

Per Sonia Regazzoni, sulla questione Odescalchi, il Municipio ha fatto la sua parte. Non è vero, afferma, che il Comune non ha a cuore il disagio del noto quartiere popolare, così come sostenuto ieri dalla consigliera comunale Patricia Polit in un'interrogazione inviata all'Esecutivo. Prova ne è che lo spacciatore finito in manette mercoledì all’alba - un 36enne svizzero residente nell’appartamento poi andato in fumo - era da tempo sorvegliato speciale delle autorità cittadine. Così come la 37enne e il 22enne svizzeri, sorpresi ieri sera da un operaio mentre tentavano di svaligiare gli appartamenti resi inagibili dal rogo, sono stati immediatamente arrestati.

Per la capodicastero sicurezza, però, se si vuole finalmente porre freno al disagio tangibile del quartiere, occorre intervenire anche alla radice. Smettendola, quindi, di alloggiarvi persone in assistenza. E riqualificando l’intero immobile. Da qui l'incontro richiesto con il Dipartimento della sanità e della socialità.  

Scopri tutti i dettagli nel servizio di TeleTicino nel video allegato. 

 

Redazione | 25 nov 2016 18:50

Articoli suggeriti
Non si placano le controversie attorno al "laboratorio della droga": arrestata una coppia che ha violato i sigilli
Dai primi rilevamenti sembrerebbe emergere un ipotesi che ha dell'incredibile
La consigliera comunale PPD Patricia Wasser Polit interroga il Municipio: "Quali misure per evitare il degrado della zona?"
Nell'appartamento bruciato ieri a Chiasso, la Polizia aveva trovato stupefacenti, armi e oggetti di dubbia origine
Questa mattina un blitz della Polizia nell'appartamento incendiato. Un vicino: "Pensavo avessero ammazzato qualcuno"
Le fiamme si sono sprigionate da un appartamento. Palazzo evacuato e tre persone leggermente intossicate
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'