Accedi
Commenti 11

Fallimento IPUS: "E la Svizzera dov'era?"

Duro sfogo della madre di un ormai ex studente dell'istituto scolastico di Chiasso. "Persi 16mila euro"

Qualche giorno fa uno studente dell'IPUS di Chiasso, l'istituto dichiarato fallito lo scorso 2 settembre dalla Camera esecuzione e fallimenti del Tribunale d'appello, aveva tuonato contro il modus operandi dell'ex università (vedi articolo suggerito).

Oggi è toccato alla madre di un altro studente che pure lui si è trovato al punto di partenza dopo due anni di studio e più di venti esami conseguiti "con ottimi voti". Carriera universitaria da ricominciare da zero, ma con 16'000 euro di retta in meno.

Lo sfogo della signora Stefania C. è stato ripreso da La Provincia di Como. Suo figlio si era iscritto a Chiasso per diventare un fisioterapista, almeno fino quando non sono stati messi i sigilli all’ateneo.

"L’università tace, non ci hanno ancora detto niente – racconta la donna – ho scoperto che l’ateneo ha chiuso i battenti grazie alla telefonata di un’altra mamma, era passata per caso dalle segreterie e ha visto polizia e giornalisti".

L’università è ora fallita, ma da tempo genitori e studenti sospettavano qualcosa. "Da tempo avevo il sentore che qualcosa non tornava, eravamo consci che il titolo di studio fosse in realtà riconosciuto tramite un’altra università straniera (l’Alma Mater, un’università slovena). Del resto è un sistema che molti atenei utilizzano per aggirare il numero chiuso imposto dall’Italia", ha spiegato la signora Stefania.

"Non voglio riavere indietro i soldi, voglio sapere chi è il responsabile di questa vergogna - ha tuonato la donna - L’IPUS di sicuro, ma credo anche la Confederazione elvetica, quella Svizzera che si vanta tanto di essere precisa e rispettosa delle leggi, forse però i suoi ministeri non hanno vigilato sul sistema universitario al confine con l’Italia".

Il direttore generale di IPUS Vincenzo Amore ha nel frattempo confermato a La Provincia di aver inoltrato ricorso: "Siamo in attesa di una sentenza entro la metà del mese. Garantiamo però a tutti i nostri studenti il passaggio all’Albanian University".

"Se IPUS non erogherà le lezioni - conclude - troveremo un’altra realtà pronta a subentrare".

 

Redazione | 7 ott 2016 13:20

Articoli suggeriti
L'odissea di uno studente dell'istituto di Chiasso in fallimento. "A settembre mi hanno scritto in albanese"
Tutti i 350 studenti dell'istituto fallito di Chiasso sono stati ora immatricolati a Tirana
La Camera esecuzione e fallimento ha respinto l'effetto sospensivo, ritenendo inverosimile un risanamento
La pretura di Mendrisio ha decretato oggi il fallimento dell'istituto. La difesa annuncia il ricorso
Dall'udienza di oggi emerge una grave situazione debitoria. L'istituto si dice in grado di far fronte ai debiti
Operazione di polizia nella sede dell'istituto. Avviato un procedimento penale nei confronti dei responsabili
L'istanza è stata presentata dal rettore dell'istituto che, con altri 14 dipendenti, non riceve lo stipendio da 2 mesi
L'Alma Mater slovena dell'istituto chiassese dovrà immatricolare o risarcire fino a 50mila euro
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'