Accedi
Commenti 20

Via Odescalchi: non è finita

Almeno quattro dei cinque condannati ricorrono contro le sentenze pronunciate martedì dal giudice Ermani

Non si è concluso martedì scorso, con la lettura delle sentenze, il caso dell'omicidio di un 35enne portoghese avvenuto la sera dell'8 ottobre 2015 in via Odescalchi a Chiasso.

Almeno quattro dei cinque uomini condannati dal giudice Mauro Ermani hanno infatti annunciato di voler ricorrere in appello contro il verdetto della Corte delle Assise criminali di Mendrisio, come si legge sul Corriere del Ticino di oggi.

A ricorrere sono Qëndrim Berisha, condannato a 14 anni di reclusione, Yevhen Spizhavka (10 anni), Alberto Guimaraes (8 anni) e Fidan Mavraj (7 anni).

Solo Alin Marinel Lupulescu, condannato a 2 anni e 6 mesi di detenzione di cui 19 mesi sospesi con la condizionale ed espulso dalla Svizzera, non ha ancora comunicato se ricorrerà o meno.

Indipendentemente dalla decisione di quest'ultimo, è in ogni caso già chiaro che il caso tornerà di nuovo in aula, stavolta davanti alla Corte di appello e di revisione penale.

 

Redazione | 23 set 2016 06:18

Articoli suggeriti
Per l'uccisione del 35enne portoghese, la Corte ha inflitto 4 condanne per omicidio intenzionale, una per aggressione
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'