Accedi
Commenti 12

Via Odescalchi, 14 anni per l'autore materiale

Per l'uccisione del 35enne portoghese, la Corte ha inflitto 4 condanne per omicidio intenzionale, una per aggressione

È giunta oggi la sentenza per il delitto di Via Odescalchi, dove l'8 ottobre scorso perse la vita un 35enne portoghese.

Prima di pronunciare la sentenza il giudice Mauro Ermani ha sottolineato la preoccupante esistenza di ambienti criminogeni nella nostra società. Ambienti di cui fanno parte i 5 imputati comparsi alla sbarra. Giovani che non lavoravano, facevano la bella vita, frequentavano bordelli, non esitavano a fare scazzottate per dimostrare la propria superiorità. Un ambiente degradato, un quadro desolante.

Non c'era un piano prestabilito tra gli imputati, ha affermato il giudice, ma la consapevolezza di andare armati ad affrontare un gruppo di albanesi per mettere fine alle provocazioni tra bande.

Dalla video sorveglianza era emerso che, al momento dei fatti, gli imputati scapparono solo dopo che Berisha, l'autore materiale del delitto, aveva sparato. È quindi improbabile che la vittima abbia sparato per prima (altrimenti sarebbero scappati prima), ha sottolineato Ermani. La vittima si trovava già in una situazione di inferiorità quando Berisha gli sparò due volte. Non è stata quindi riconosciuta la tesi della legittima difesa, come formulata dal legale difensore. 

Guimaraes e Spiyhavka erano invece perfettamente coscienti che qualcuno poteva morire, anche senza avere un piano. La Corte li ha quindi riconosciuti correi di omicidio intenzionale.

Le condanne

Per Berisha, autore materiale dell'omicidio, niente attenuanti. "Ha inquinato tutte le prove, nascosto arma e telefonino". Si è distinto per atti di violenza, per cui la Corte lo ha riconosciuto colpevole di omicidio intenzionale per dolo diretto, condannandolo a 14 anni di carcere. 

Spiyhavka è stato condannato a 10 anni di carcere per omicidio intenzionale per dolo eventuale. "Ha avuto un ruolo passivo nella parte finale, ma ha partecipato all'escalation dell'evento". 8 anni invece ad Alberto Magno per omicidio intenzionale per dolo eventuale. "Gradasso, bulletto, non ha collaborato con gli inquirenti neanche lui".

Mavraj è stato condannato a 7 anni per omicidio intenzionale per dolo eventuale, mentre Lupulescu è stato condannato per aggressione ed emissione di soccorso. La sua pena è stata sospesa condizionalmente per 19 mesi. Sarà quindi scarcerato è allontanato.

 

 

 

 

 

 

 

Redazione | 20 set 2016 16:46

Articoli suggeriti
Chiesto il proscioglimento del 27enne che colpì con un manganello la vittima. "Eccesso di legittima difesa" per Berisha
Chieste tre assoluzioni per gli imputati minori. In corso le arringhe degli avvocati difensori
Formulate le richieste di pena ai cinque imputati per l'assassinio di Chiasso: "nessuna attenuante" per Berisha
Seconda giornata di processo sui fatti di Chiasso: un'azione punitiva o un tentativo di chiarimenti finito male?
Mercoledì il processo sull'omicidio di Via Odescalchi a Chiasso sarà in pausa e c'è chi la sfrutterà per un felice evento
È iniziato il processo sull'omicidio di Chiasso: ricostruiti i profili degli imputati e le loro relazioni. La DIRETTA
In aula da stamattina a Lugano i cinque uomini accusati di aver aver assassinato un 35enne portoghese
I cinque imputati compariranno a Lugano davanti al giudice Mauro Ermani. Per tutti l'accusa è di assassinio
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'