Accedi
Commenti 2

Si avvicina la fine dell'IPUS di Chiasso

La Camera esecuzione e fallimento ha respinto l'effetto sospensivo, ritenendo inverosimile un risanamento

Si fa sempre più concreta la fine dell'IPUS, l'istituto universitario privato con sede a Chiasso, nei cui confronti la Pretura di Mendrisio Sud a decretato il fallimento ad inizio settembre. Come riferisce la Rsi, la Camera esecuzione e fallimento (CES) ha infatti respinto l'effetto sospensivo richiesto dall'istituto, constatando che le difficoltà risalgono già al 2014 e da allora non sono stati più rilasciati titoli universitari con valenza europea agli studenti. Inoltre i crediti vantati dall'IPUS per rilanciare l'attività sono stati ritenuti inconsistenti, così come insgiustificate le spese di attività dell'istituto.

Dato che la possibilità di risanamento risulta inverosimile, la CES ha quindi respinto l'effetto sospensivo.

Redazione | 19 set 2016 12:28

Articoli suggeriti
La pretura di Mendrisio ha decretato oggi il fallimento dell'istituto. La difesa annuncia il ricorso
Dall'udienza di oggi emerge una grave situazione debitoria. L'istituto si dice in grado di far fronte ai debiti
Operazione di polizia nella sede dell'istituto. Avviato un procedimento penale nei confronti dei responsabili
L'istanza è stata presentata dal rettore dell'istituto che, con altri 14 dipendenti, non riceve lo stipendio da 2 mesi
L'Alma Mater slovena dell'istituto chiassese dovrà immatricolare o risarcire fino a 50mila euro
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'