Accedi
Commenti 9

Via Odescalchi, parla la difesa

Chieste tre assoluzioni per gli imputati minori. In corso le arringhe degli avvocati difensori

Dopo le richieste di pena formulate ieri dalla procuratrice pubblica Pamela Pedretti, è toccato alla difesa esprimersi sul delitto di via Odescalchi a Chiasso. Cinque gli imputati alla sbarra che devono rispondere della morte del 35enne portoghese, ucciso a colpi di pistola lo scorso 8 ottobre.

Per i tre imputati minori - il 37enne rumeno Alin Marinel Lupulescu, il 30enne albanese Fidan Mavraj e il 27enne ucraino naturalizzato svizzero Yevhen Urievich Spizhavka - i legali difensori hanno chiesto l'assoluzione, sostenendo che i loro assistiti non si aspettavano quella sera di trovare il portoghese armato, bensì un gruppo di albanesi, con i quali in precedenza era scoppiata una lite in discoteca. Per cui hanno chiesto di far cadere le accuse principali di correità in assassinio e di omicidio volontario. 

Nel pomeriggio sono attese le arringhe degli avvocati difensori dei principali imputati, il 27enne Qendrim Berisha e il 26enne Alberto Magno Inocencio Guimaraes

 

Redazione | 16 set 2016 15:01

Articoli suggeriti
Formulate le richieste di pena ai cinque imputati per l'assassinio di Chiasso: "nessuna attenuante" per Berisha
Seconda giornata di processo sui fatti di Chiasso: un'azione punitiva o un tentativo di chiarimenti finito male?
Mercoledì il processo sull'omicidio di Via Odescalchi a Chiasso sarà in pausa e c'è chi la sfrutterà per un felice evento
È iniziato il processo sull'omicidio di Chiasso: ricostruiti i profili degli imputati e le loro relazioni. La DIRETTA
In aula da stamattina a Lugano i cinque uomini accusati di aver aver assassinato un 35enne portoghese
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'